Atm, la precettazione non arriva

0
1029

Il Prefetto Luciana Lamorgese valuta la precettazione dei lavoratori Atm per assicurare, domani, la mobilità nel pieno del Salone del Mobile, con centinaia di migliaia di visitatori da tutto il mondo a Milano. Il provvedimento è pronto alla firma ma Palazzo Marino frena nel timore di alzare ancora il livello di scontro. I sindacati, questa volta uniti come non mai, dai confederali agli autonomi, protestano contro la delibera che apre la strada allo “spacchettamento” dei servizi della mobilità (trasporto pubblico, sosta, car sharing e bike sharing). Per domani resta dunque confermato lo stop dalle 8.45 alle 12.45. L’incontro di ieri sera tra l’assessore alla Mobilità, Marco Granelli, e le sigle dei lavoratori Atm, non ha sbloccato la situazione. Sulla delibera e sulle trattative tra il Comune e i lavoratori è divampata anche la polemica politica. Il centrodestra attacca la giunta accusandola di essere “incapace di mediare con le parti sindacali”. Il Movimento Cinquestelle chiede al sindaco e alla giunta di procedere con l’affidamento diretto all’Atm del servizio di trasporto pubblico locale senza passare per la temuta – dai sindacati – gara pubblica. La Lega attacca il centrosinistra su tutta la linea per quanto riguarda l’operazione Atm. Il capogruppo Pd Filippo Barberis replica che le dichiarazioni dei lumbard sono “false e irresponsabili” e che non è vero, come dice Salvini, che il Comune vuole “privatizzare, svendere, licenziare”.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.