Como: Corte dei Conti, danno erariale da 3 milioni

0
783

Un danno erariale per quasi 3 milioni di euro. E’ quanto la Corte dei Conti della Lombardia contesta a tre professionisti, il responsabile unico del procedimento e i direttori dei lavori, per il cantiere delle paratie antiesondazione del lago di Como. Secondo i magistrati contabili i lavori aggiudicati alla Sacaim SpA il 14 maggio 2007 avrebbero dovuto concludersi entro il 5 maggio 2011. I lavori, invece, “sono stati realizzati in minima parte, risultano in gran parte privi di alcuna utilità, anche per l’inadeguatezza delle strutture antisismiche”. “La gestione della spesa, per la Procura, “appare oggettivamente congegnata per favorire lo sperpero del denaro pubblico senza un termine effettivo per la definitiva realizzazione delle barriere anti-esondazione ormai definibili, a pieno titolo, come una delle grandi opere incompiute della Lombardia, con la permanenza dei rischi da valutare nell’ipotesi di esondazione”.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.