Ponte crollato, riapre la 36

780

La strada statale 36 ‘del lago di Como e dello Spluga’ è stata riaperta regolarmente al traffico, in entrambe le direzioni, in corrispondenza di Annone Brianza in provincia di Lecco, dove venerdì scorso era crollato un cavalcavia. Nel disastro ha perso la vita un uomo di 68 anni mentre altre quattro persone sono rimaste ferite. Ieri sera si sono concluse le operazioni di rimozione del cavalcavia crollato e le attività di ripristino della pavimentazione.Da venerdì sera uomini e mezzi dell’Anas hanno lavorato ininterrottamente con i Vigili del Fuoco e le Forze dell’Ordine. Intanto la Procura di Lecco ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo e disastro colposo. Da chiarire le responsabilità dell’incredibile sottovalutazione delle condizioni del cavalcavia, che perdeva calcinacci ma che nessuno ha chiuso al traffico nonostante le ripetute richieste del cantoniere Anas presente sul posto. Presto dovrebbero arrivare i primi avvisi di garanzia che consentiranno anche lo svolgimento dei cosiddetti “accertamenti irripetibili” nel punto del crollo. Il cedimento del cavalcavia ha acceso l’allarme sulle condizioni degli altri ponti sulla stessa strada, costruiti nello stesso periodo e magari dalle stesse imprese. Ne ha parlato anche il capo della Procura di Lecco in una intervista al Corriere della Sera, preannunciando una serie di controlli.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.