Giallo di Rodero, ipotesi delitto passionale

0
946

E’ di un’insegnante svizzera il corpo senza vita trovato l’altro ieri nei boschi di Rodero, centro della provincia di Como vicino al confine con il Canton Ticino. Si tratta di Nadia Arcudi, 35 anni. All’identificazione si è arrivati grazie alla segnalazione delle colleghe che non l’hanno vista arrivare a scuola. La donna era riversa nella boscaglia e indossava solo jeans e maglietta, un abbigliamento inadatto per la stagione; cosa che fa pensare che qualcuno possa averla trasportata in quel punto già morta. Questo spiegherebbe anche perché non aveva documenti. Tutte le ipotesi restano al momento aperte. Secondo la stampa svizzera non si esclude la pista del delitto passionale. Dall’incidente all’omicidio fino all’overdose. Ieri è stata effettuata l’autopsia a Como mentre si attendono gli esami tossicologici. Le indagini proseguono sia da parte dei Carabinieri di Como che della Polizia Cantonale ticinese.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.