Y & T: è morto il batterista storico Leonard Haze

3005

A pochi giorni dal ritorno in Italia dei Y&T (qui tutti i dettagli sul loro imminente concerto a Lezzeno) arriva il triste annuncio che ieri, 11 settembre 2016, è morto LEONARD HAZE. Aveva 61 anni, è spirato nel sonno e da molto tempo era affetto da broncopneumopatia cronica ostruttiva.

Dave Meniketti, frontman degli Y&T, ha così commentato tramite la sua pagina Facebook ufficiale:

“Scioccato e con tristezza infinita scrivo queste righe. Leonard Haze, batterista leggendario e mio compagno di grandi scorribande musicali per decenni, ci ha lasciati all’età di 61 anni, a pochi giorni dal suo compleanno. Amaro risveglio per me questa mattina con questa notizia. Mi trovo in Germania e ho immediatamente chiamato sua moglie, Kelly. Lei mi ha confermato che Leonard è morto nel sonno poche ore fa, tra mezzogiorno e le 19:30 del 11 settembre. Leonard ha combattuto con la BPCO per anni, ma sebbene il suo stato di salute fosse recentemente peggiorato, per Kelly e tutti noi questo colpo arriva inaspettato, pensavamo tutti che avesse ancora qualche anno di vita. Le mie più sentite condoglianze vanno alla famiglia e ai suoi amici. L’impatto che Leonard ha avuto sulla scena rock è ampiamente documentato.

Riposa in pace, amico mio”.

Haze, oltre ad essere il batterista originale dei Y&T, ne è storicamente un membro fondatore e il co-autore di molti tra i più grandi successi della band di Oakland (California) quali “Hurricane”, “Black Tiger”, “Mean Streak”, “Rescue Me”, “Dirty Girl”, “Forever” e quella “Summertime Girls” che spopolò su MTV negli anni 80.

I Y&T nei primi anni 80 con un giovanissimo Leonard Haze (ultimo sulla destra) e accanto a lui Phil Kennemore, bassista originale della band, anch'egli scomparso il 7 Gennaio 2011 a soli 57 anni...
I Y&T nei primi anni 80 con un giovanissimo Leonard Haze (ultimo sulla destra) e accanto a lui Phil Kennemore, bassista originale della band, anch’egli scomparso il 7 Gennaio 2011 a soli 57 anni…

Con i Y&T, Leonard si è fatto le ossa aprendo i concerti di AC/DC, Aerosmith, Rush e Ozzy Osbourne e negli anni d’oro vanta di aver avuto opening act di mega lusso come Van Halen, Motley Crue e Stevie Ray Vaughan.

Nei primi anni 90, Haze ha prestato il suo drumming potente e incisivo anche a Ian Gillan (Deep Purple) nel suo solo album “Toolbox” (1991).

Lasciò i Y&T nel 1986 a causa dei suoi problemi con la malattia che non gli permetteva di respirare correttamente durante le performance e quindi di impegnarsi in tour troppo estenuanti. Si riunì con i suoi compagni dal 2001 per poi lasciare definitivamente il posto a Mike Vanderhule, l’attuale batterista, nel 2006.

L’ultimo concerto di Haze si è tenuto lo scorso 20 agosto a Sunnyvale con gli HAZEXPERIENCE, la sua nuova band che avrebbe dovuto aprire proprio per i Y&T i prossimi 18 e 19 novembre. Con questa band aveva in programma anche l’incisione di un nuovo EP di musica inedita…

 

 

Print Friendly, PDF & Email