Y & T: è morto il batterista storico Leonard Haze

2685

A pochi giorni dal ritorno in Italia dei Y&T (qui tutti i dettagli sul loro imminente concerto a Lezzeno) arriva il triste annuncio che ieri, 11 settembre 2016, è morto LEONARD HAZE. Aveva 61 anni, è spirato nel sonno e da molto tempo era affetto da broncopneumopatia cronica ostruttiva.

Dave Meniketti, frontman degli Y&T, ha così commentato tramite la sua pagina Facebook ufficiale:

“Scioccato e con tristezza infinita scrivo queste righe. Leonard Haze, batterista leggendario e mio compagno di grandi scorribande musicali per decenni, ci ha lasciati all’età di 61 anni, a pochi giorni dal suo compleanno. Amaro risveglio per me questa mattina con questa notizia. Mi trovo in Germania e ho immediatamente chiamato sua moglie, Kelly. Lei mi ha confermato che Leonard è morto nel sonno poche ore fa, tra mezzogiorno e le 19:30 del 11 settembre. Leonard ha combattuto con la BPCO per anni, ma sebbene il suo stato di salute fosse recentemente peggiorato, per Kelly e tutti noi questo colpo arriva inaspettato, pensavamo tutti che avesse ancora qualche anno di vita. Le mie più sentite condoglianze vanno alla famiglia e ai suoi amici. L’impatto che Leonard ha avuto sulla scena rock è ampiamente documentato.

Riposa in pace, amico mio”.

Haze, oltre ad essere il batterista originale dei Y&T, ne è storicamente un membro fondatore e il co-autore di molti tra i più grandi successi della band di Oakland (California) quali “Hurricane”, “Black Tiger”, “Mean Streak”, “Rescue Me”, “Dirty Girl”, “Forever” e quella “Summertime Girls” che spopolò su MTV negli anni 80.

I Y&T nei primi anni 80 con un giovanissimo Leonard Haze (ultimo sulla destra) e accanto a lui Phil Kennemore, bassista originale della band, anch'egli scomparso il 7 Gennaio 2011 a soli 57 anni...
I Y&T nei primi anni 80 con un giovanissimo Leonard Haze (ultimo sulla destra) e accanto a lui Phil Kennemore, bassista originale della band, anch’egli scomparso il 7 Gennaio 2011 a soli 57 anni…

Con i Y&T, Leonard si è fatto le ossa aprendo i concerti di AC/DC, Aerosmith, Rush e Ozzy Osbourne e negli anni d’oro vanta di aver avuto opening act di mega lusso come Van Halen, Motley Crue e Stevie Ray Vaughan.

Nei primi anni 90, Haze ha prestato il suo drumming potente e incisivo anche a Ian Gillan (Deep Purple) nel suo solo album “Toolbox” (1991).

Lasciò i Y&T nel 1986 a causa dei suoi problemi con la malattia che non gli permetteva di respirare correttamente durante le performance e quindi di impegnarsi in tour troppo estenuanti. Si riunì con i suoi compagni dal 2001 per poi lasciare definitivamente il posto a Mike Vanderhule, l’attuale batterista, nel 2006.

L’ultimo concerto di Haze si è tenuto lo scorso 20 agosto a Sunnyvale con gli HAZEXPERIENCE, la sua nuova band che avrebbe dovuto aprire proprio per i Y&T i prossimi 18 e 19 novembre. Con questa band aveva in programma anche l’incisione di un nuovo EP di musica inedita…

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.