Si è tenuto a Monza, l’atteso sorteggio dell’ordine di partenza della 56° edizione della Monza – Resegone. Alla presenza della Società Alpinisti Monzesi e di Monza Marathon Team – enti organizzatori dell’evento, i numerosi atleti presenti hanno potuto scoprire la propria posizione di partenza e conoscere le ultime novità dal punto di vista organizzativo. Protagonisti accanto a passione, impegno, spirito di squadra e podismo, saranno i numeri. A correre la 56° edizione saranno infatti ben 288 squadre: 14 femminili, 10 miste composte da due donne e un uomo, 68 miste composte da due uomini e una donna ed infine 196 squadre maschili, per un totale di 864 atleti.

Obiettivo degli atleti in gara sarà quello di conquistare, insieme ai propri compagni di team il prestigioso traguardo del Rifugio Capanna  Monza, cercando di sfidare il cronometro e battere alcuni degli storici record. La calorosa partecipazione da parte di istituzioni, appassionati e di cittadini sono la concreta dimostrazione che questa manifestazione non si configura solo come  evento podistico di successo, ma quale evento in grado di valorizzare il territorio della Brianza e i suoi paesaggi. L’appuntamento è dunque per sabato 18 giugno alle ore 21.00 presso l’Arengario di Monza, storica e suggestiva partenza della gara che ogni anno vede radunata una sempre crescente folla di cittadini presente per fare il tifo ai podisti e seguire il via alla 42 kilometri.

Commenti FB
Articolo precedenteMeteo, l’estate non decolla
Articolo successivoBallottaggio, i radicali hanno incontrato Sala
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.