L’ attività di controllo, prevenzione e repressione della criminalità effettuata  dai Carabinieri del Comando Provinciale di Milano nelle aree sensibili di Milano, ha portato all’arresto di 5 persone e al deferimento in stato di libertà di altre 5, in zona Forlanini.

I militari della Compagnia Milano – Porta Monforte, con il supporto degli uomini della Compagnia d’Intervento Operativo del 3° Reggimento Carabinieri “Lombardia”, hanno focalizzato l’attenzione su quel quartiere, dove hanno arrestato  due pregiudicati marocchini di 22 e 43 anni, irregolari sul territorio nazionale, sorpresi a rubare sulle auto in sosta. Il primo, bloccato mentre stava forzando la serratura di un’utilitaria aveva 2 autoradio e 2 navigatori satellitari in uno zainetto, asportati da altrettanti autoveicoli, mentre il secondo è stato colto nell’atto di smontare un’ulteriore autoradio.

Sono finiti in manette anche un 33enne marocchino, un 34enne italiano ed un 31enne bosniaco, tutti ricercati in quanto colpiti da provvedimenti definitivi di pena per reati inerenti gli stupefacenti e la persona.

Tra i deferiti in stato di libertà, un 26enne italiano, vagabondo, già noto alle Forze dell’ordine, che nel tentativo di rendere maggiormente confortevole il suo rifugio – ricavato in una cantina di un condominio di edilizia popolare – si era allacciato abusivamente all’energia elettrica dello stabile, rendendosi così responsabile del reato di furto. Gli altri 4 denunciati devono rispondere del porto abusivo di coltello e di oggetti idonei allo scasso, tutti sottoposti a sequestro. Si tratta di 4 cittadini di origine moldava, la cui età oscilla tra i 24 ed i 32 anni.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.