Si va verso il commissariamento di due degli appalti sospetti, ritenuti ‘pilotati’ in cambio di mazzette,  finiti al centro dell’inchiesta della Procura di Monza sul malaffare nella sanità lombarda e che la scorsa settimana ha portato in carcere, tra gli altri, il consigliere regionale Fabio Rizzi, sospeso dalla Lega e la ‘zarina’ dell’odontoiatria, Maria Paola Canegrati. Sotto la lente di Raffaele Cantone, presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, la gara indetta dall’azienda ospedaliera di Desio e Melegnano (del valore 90 milioni), per il servizio esterno di odontoiatria e la gara bandita dagli Istituti Clinici di Perfezionamento (del valore di 45 milioni) relativa ai vari ambulatori

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.