Caccia ai furbetti degli alloggi pubblici a Seregno. A sollevare il caso è stato il capogruppo della lista “Noi per Seregno”, Tiziano Mariani, che ha presentato un’interpellanza in Consiglio Comunale nel tentativo di fare chiarezza sulla situazione del patrimonio immobiliare del municipio. “Vorremmo sapere – spiega Mariani – che tipo di controllo viene svolto sugli assegnatari e soprattutto se i canoni annui pagati siano stati adeguati negli ultimi anni e se via siano casi di morosità”. Replica l’assessore alle Politiche Sociali, Ilaria Cerqua: “Il Comune di Seregno – come si legge sull’edizione Monza e Brianza de Il Giorno – dispone di 231 proprietà immobiliari. Di fronte a una spesa di gestione di circa 150 mila euro lo scorso anno abbiamo incassato complessivamente 145 mila euro con 35 mila euro per canoni di competenza degli anni precedenti”. Una risposta che non convince Tiziano Mariani: “Vorrei sapere se i vigili urbani effettivamente vanno a controllare gli appartamenti per stabilire chi effettivamente vi abita. Davanti ad alcuni appartamenti sostano autovetture di grossa cilindrata”. Mariani chiede di incrociare i dati per verificare le eventuali disponibilità degli inquilini che pagano in media – afferma Mariani – 630 euro all’anno.

Commenti FB
Print Friendly, PDF & Email