Svolta nelle indagini sull’omicidio di Luca Tromboni, l’imprenditore assassinato a colpi di arma da fuoco lo scorso marzo a Quinto de’ Stampi, frazione di Rozzano (Mi). In manette, con l’accusa di omicidio, è finito il fratello della vittima, Sandro Tromboni. I sospetti si erano concentrati su di lui fin dalle ore immediatamente successive al delitto ma per arrivare all’arresto sono state necessarie lunghe indagini. Movente dell’omicidio, secondo gli investigatori, l’astio tra fratelli dovuto sia a ragioni personali che professionali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.