In studio con noi per l’ultima puntata della settimana ci sono l’eurodeputato di Forza Italia Stefano Maullu e il deputato del Movimento 5 stelle Daniele Pesco, una new entry per noi di Pane al Pane. Con Maullu affrontiamo l’argomento di Schengen e dei migranti; il pentastellato invece dice di essere molto ferrato sulla bad bank. E banca cattiva sia. Lasciateci però un po’ di tempo per parlare delle due manifestazione in nome della famiglia che sono alle porte. L’Assessore Viviana Beccalossi – cito testualmente – ha detto: “Per carità, i gay pride fanno manifestazioni molto simpatiche. A me ricordano un po’ il carnevale”. Ribadisce il concetto l’Assessore Cappellini quando dice che non le sembra poi così scandaloso andare al family day col gonfalone visto che era già stata fatta la stessa cosa nel 2007 e non c’erano state polemiche. “Basta mezze verità. Sala deve parlare chiaro” l’ha detto Riccardo De Corato che ultimamente, in assenza di altri nomi, viene citato dai quotidiani come possibile candidato sindaco del centrodestra. De Corato è nostro ospite nella seconda ora insieme a Alberto Mattioli del Pd. L’avrete già capito, fino alle 20 parliamo di primarie. Majorino, ai nostri microfoni, si è dichiarato stupito del fatto che né Sala né Balzani abbiano risposto alla sua richiesta di ripetere un confronto davanti ai cittadini. “I milanesi vanno guardati negli occhi”, così ha detto l’Assessore alle politiche sociali che, dopo il confronto del Dal Verme, sembra più carico che mai. La Pagnotta bollente di questa sera spolvera un must delle pagnotte: la citazione politica. “I partiti di oggi sono soprattutto macchine di potere e di clientela”, chi l’ha detto: Enrico Berlinguer, Beppe Grillo o Audrey Hepburn?

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.