Iardino (Pd), numero anti-gender è solo “sperpero”

0
1102

“Quel che di concreto si sta realizzando sul fronte omosessuale sono le nostre di iniziative non quelle messe in essere da un fantomatico fronte “anti”. Il tavolo Lgbt costituito in Città metropolitana, che da gennaio si attiverà per dar vita a una serie di momenti formativi a favore degli amministratori del territorio contro l’omofobia e le discriminazioni sessuali, è la vera novità che riguarda questo settore. Il numero verde anti-gender nelle scuole è invece un’iniziativa inconcludente e senza senso”. Così Rosaria Iardino, Consigliera comunale a Palazzo Marino e Consigliera delegata in città metropolitana alle Pari opportunità, che aggiunge: “E’ davvero priva di ogni senso logico l’idea di attivare un numero telefonico, tra l’altro con soldi pubblici, per trasformare i cittadini lombardi in delatori verso la cosiddetta ‘teoria del gender’. Che in quanto inesistente, potrebbe portare a momenti di confusione o a veri e propri equivoci”. Spiega Rosaria Iardino: “Sono certa che persone dai forti preconcetti intaserebbero quella linea pensata dall’amministrazione leghista a Palazzo Lombardia, per segnalare ogni iniziativa positiva attivata nelle scuole e volta a combattere il bullismo omofonico e pensate per ‘insegnare’ ai docenti come riconoscere le situazioni di disagio e i casi più a rischio”. “Farà più bene che male questo ‘numero verde’ – continua la delegata metropolitana – per cui mi auspico abbia vita breve e non trovi mai reale attuazione. Viceversa è già pienamente al lavoro il tavolo Lgbt costituito in Città metropolitana che raccoglie le decine di associazioni che nel milanese e nei 134 enti locali si occupano di famiglie omogenitoriali e tematiche lgbt. A inizio 2016 – termina Rosaria Iardino – avremo un importante momento di confronto, con la nascita (come si accennava all’inizio) di un servizio di vera e propria consulenza sulla parità di genere che permetterà di far breccia in ogni amministrazione dell’area metropolitana relativamente ai bisogni ed alle aspettative dell’ampia comunità gay milanese”.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.