Dimessa dall’ospedale Lavinia Limido, accoltellata dall’ex

Torna a casa la donna di 37 anni accoltellata lo scorso 5 maggio dall'ex marito Marco Manfrinati, che poi ha ucciso il suocero intervenuto per difendere la figlia. A dare la notizia delle dimissioni della 37enne è stata la madre

0
468

“Oggi mia figlia torna a casa. Ha vinto lei. Ha vinto la vita”. Lo ha detto Marta Criscuolo la madre di Lavinia Limido, 37 anni, accoltellata il 5 maggio scorso dall’ex marito Marco Manfrinati, 40 anni, che l’ha ridotta in fin di vita. Manfrinati ha ucciso con 20 coltellate l’ex suocero Fabio Limido, intervenuto per salvare la figlia. Ad un mese esatto dalla tragedia che si era consumata in via Menotti a Varese, Maria Criscuolo ha riferito che la figlia “sarà dimessa in giornata dall’ospedale”. Criscuolo ha parlato davanti al tribunale di Varese dove questa mattina si celebra la prima udienza del processo per stalking nei confronti dell’ex moglie e dell’ex suocera a carico di Manfrinati. “Torna a casa. Mia figlia è una tigre. Ha vinto lei. La verità è pesante da raccontare, ma la racconterò con grande serenità. E la verità paga sempre. Non so se Manfrinati sarà presente oggi e non mi interessa. Non mi interessa niente di tutto ciò che riguarda la controparte”, ha aggiunto la donna prima di entrare in aula

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.