La biblioteca di condominio di via Belinzaghi

A disposizione dei residenti dei palazzi Aler, ma anche di tutto il quartiere periferico di Milano, ci sono oltre 5 mila volumi, donati negli anni dai cittadini. I libri come strumenti di "riscatto", in un contesto sociale fragile.

24
Luciano Vacca referente della biblioteca di condominio di via Belinzaghi 11 a Milano

I libri come strumenti di “riscatto”, in un contesto sociale fragile. E’ la convinzione alla base della biblioteca di condominio di via Belinzaghi 11 a Milano, alla periferia nord della città, intitolata a Falcone e Borsellino. A disposizione dei residenti dei palazzi Aler, ma anche di tutto il quartiere, in un locale a piano terra, ci sono oltre 5 mila volumi, donati negli anni dai cittadini. Ma non solo. I promotori  organizzano   incontri di presentazioni di libri e letture a voce alta per bambini. E non manca il bookcrossing, lo scambio di libri. Sui davanzali delle finestre della biblioteca sono appoggiati diversi libri di vario genere, a dispozione di chi vuole prenderli e leggerli, anche quando la biblioteca è chiusa. Un bell’esempio di “buone pratiche“: un progetto voluto, realizzato e curato dagli stessi cittadini, impegnati a rendere più bello e piacevole il contesto in cui vivono.

La bilioteca di via Belinzaghi 11 è una delle 20 biblioteche di condominio della città, realizzate negli anni e sostenute dal Sistema Bibliotecario di Milano: il libro diventa occasione di relazione e conoscenza in luoghi periferici, apparentemente invisibili, ma che sanno entrare in profondità nel tessuto sociale dei nostri quartieri.

Ascolta l’intervista a Luciano Vacca promotore della biblioteca di condominio di via Belinzaghi 11

 

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.