Home Spettacolo Per l’estate il Duomo apre le terrazze fino alle 22.00

Per l’estate il Duomo apre le terrazze fino alle 22.00

Dal 2 giugno, ogni giovedì fino al 28 luglio, i visitatori del Duomo possono godere dell’opportunità di salire sulle Terrazze, con ascensore fino alle ore 22.00 (l’ultima salita è prevista alle ore 21.10).

qrf_soft

La Veneranda Fabbrica del Duomo propone anche questo anno una straordinaria opportunità di visita: ogni volta una grande emozione, nel cuore di Milano, per festeggiare il ritorno dell’estate.

Dal 2 giugno 2022, ogni giovedì fino al 28 luglio, nella stagione in cui i colori del tramonto tingono d’incanto il marmo di Candoglia, i visitatori del Duomo possono godere dell’opportunità di salire sulle Terrazze, con ascensore (a partire da € 15,00/7,00) fino alle ore 22.00 (l’ultima salita è prevista alle ore 21.10). Per l’occasione, anche la Biglietteria 1 – Sala delle Colonne (Piazza del Duomo, 14/a) resterà aperta fino alle ore 21.00.

Un’esperienza da fare almeno una volta nella vita per scoprire suggestivi scorci e prospettive verso la città, in sicurezza e nell’osservanza di tutte le norme sanitarie vigenti, con la possibilità di ammirare al tramonto le 135 guglie, gli ornati, la statuaria, la Madonnina e tutte quelle preziosità architettoniche che fanno del Duomo la più splendente civitas firma della bellezza gotica. Le Terrazze della Cattedrale non conoscono lo spegnersi della luce: le statue del Duomo al crepuscolo sembrano prendere vita e liberarsi dagli ancoraggi, «bisbigliandoti all’orecchio antiche e segrete storie», come avvertì il poeta Heinrich Heine quasi due secoli fa. Dopo il grande successo registrato lo scorso anno, anche questa estate la visita in orario serale si arricchisce di un ulteriore valore: al tramonto, dalle ore 20.30 circa, un accompagnamento musicale dal vivo guiderà i passi di tutti i presenti tra le alte guglie della Cattedrale.

 Si inizia il 9 giugno con il violoncello di Rustem Smagulov, con la Suite per violoncello n.1 in sol maggiore BWV 1007 di Johann Sebastian Bach.

Il 5 giugno, protagonisti del momento musicale tra le guglie saranno Michela Passera al violino e Ilgaz Duman al flauto, con Gabriel’s oboe (da “The Mission”) di Enrico Morricone, Minuetto di Luigi Boccherini da Le Quattro Stagioni – Autunno, Allegro di Antonio Vivaldi, Aria della Regina della notte da “Il Flauto Magico” di Wolfgang Amadeus Mozart e Allegro tratto dalla Serenata in Sol maggiore K 525 “Eine Kleine Nachtmusik” di Wolfgang Amadeus Mozart.

Acquista subito il tuo biglietto per le Terrazze e visita il sito duomomilano.it per scoprire il calendario di tutti gli appuntamenti in musica sul tetto della Cattedrale.

L’emozione della grande musica raddoppia quest’anno con una nuovissima proposta: martedì 14 giugno e martedì 12 luglio dalle ore 18.30, infatti, la Veneranda Fabbrica offre la possibilità di visitare il Museo del Duomo (Piazza del Duomo, 12) in orario di apertura straordinario, con un aperitivo nel suggestivo cortile interno dove è attualmente collocata la riproduzione della celebre Madonnina e, a seguire, nella limitrofa Chiesa di San Gottardo in Corte, un intenso concerto della Cappella Musicale del Duomo, diretta da Mons. Massimo Palombella. Un’occasione unica per ascoltare, nel cuore del Palazzo Reale, le voci di questa antichissima formazione, la cui voce risuona da secoli nel Duomo di Milano, con un repertorio rinascimentale eseguito nella sua pertinenza estetica. Tra i tanti autori, saranno eseguite pagine di Orlando di Lasso, Giovanni Pierluigi da Palestrina, Tomás Luis de Victoria e Felice Anerio. Questo evento, davvero esclusivo, prevede una limitata capacità di posti, con biglietto a € 25,00. Prenota subito, aggiudicandoti il tuo posto in prima fila. Acquista subito il tuo biglietto per l’apertura serale del Museo del Duomo  e visita il sito duomomilano.it per maggiori informazioni.

Le Terrazze del Duomo di Milano sono un unicum nel panorama italiano. Come stalagmiti di pietra innalzate in tensione verso il cielo, le 135 guglie in marmo di Candoglia disegnano il profilo della Cattedrale Ogni dettaglio architettonico e decorativo, strutturale o ornamentale, porta con sé un’eredità dettata dalla tradizione scultorea tramandata dalla maestria degli scalpellini che nel laboratorio marmisti dedicano sapienza e cura ad ogni manufatto. Per scoprire questo universo di pietra e preghiera la Veneranda Fabbrica ogni giovedì, in concomitanza con l’apertura serale delle Terrazze, organizza una visita guidata esclusiva di un’ora, dove viaggiare attraverso la storia e allenare lo sguardo all’infinita ed eterna bellezza del Duomo di Milano. PASSEGGIATA TRA LE GUGLIE

v  GIOVEDÍ 2 – 9 – 16 – 23 – 30 GIUGNO ORE 19.30

v  GIOVEDÍ 7 – 14 – 21 – 28 LUGLIO ORE 19.30

PERCORSO: Terrazze con accesso Fast-Track
DURATA: 60 minuti
LINGUA: Italiano

PREZZI: Intero (19+ anni): 20,00 €
Ridotto (12-18 anni): 13,00 €
Ridotto (6-11 anni): 12,00 €
Infante (0-5 anni): Gratis

Abbonati Musei Lombardia: 12,00 €
Agevolato: 10,00 €
Nel prezzo del servizio sono inclusi la visita guidata, il biglietto di ingresso e il sistema di microfonaggio. PRENOTA ORA

Da venerdì 3 giugno 2022, la Cava di Candoglia, luogo dove viene estratto da oltre sei secoli il prezioso marmo del Duomo, sita all’imbocco della Val d’Ossola, ai confini con il Piemonte, riapre finalmente alle visite guidate. La Veneranda Fabbrica propone infatti esclusivi tour alla scoperta di questa incantevole montagna dove tutto ebbe inizio, con un itinerario per ripercorrere tutta la suggestione delle vie del marmo e rivivere il grande lavoro di operai e scalpellini, da secoli impegnati nella costruzione e manutenzione della Cattedrale, simbolo di Milano. L’iniziativa è possibile anche grazie alla preziosa collaborazione del Comune di Mergozzo (VB).

Fu Gian Galeazzo Visconti, Signore di Milano, a decidere di sostituire il mattone, originariamente pensato per la costruzione del Duomo nel progetto iniziale, con il marmo. A questo scopo, il 24 ottobre 1387, cedette in uso esclusivo alla Veneranda Fabbrica la Cava di Candoglia e concesse il trasporto gratuito dei marmi fino a Milano attraverso le strade d’acqua. L’esigua larghezza della vena di questo marmo rende difficile e costosa la sua estrazione. Tale incognita, tuttavia, non ha mai fermato lo slancio della Fabbrica, che ancora oggi affronta la grande impresa di conservazione del Monumento con responsabilità, curando la coltivazione e la manutenzione della Cava grazie all’impiego di personale altamente qualificato e con il supporto delle tecnologie. LA CAVA DI CANDOGLIA: LE ORIGINI DEL DUOMO DI MILANO

GIUGNO 2022

  • MARTEDÍ 7 – 14 – 21 – 28 GIUGNO ORE 11.30
  • VENERDÍ 3 – 10 – 17 – 24 GIUGNO ORE 11.30
  • SABATO 11 GIUGNO ORE 14.30
  • SABATO 25 GIUGNO ORE 11.30

LUGLIO 2022

  • MARTEDÌ 5 – 12 – 19 – 26 LUGLIO ORE 11.30
  • VENERDÌ 1 – 8 – 15 – 22 – 29 LUGLIO ORE 11.30
  • SABATO 2 – 16 – 23 – 30 LUGLIO ORE 11.30 e 14.30
  • SABATO 9 LUGLIO ORE 14.30

AGOSTO 2022

  • MARTEDÌ 2 – 23 – 30 AGOSTO ORE 11.30
  • VENERDÌ 5 – 26 AGOSTO ORE 11.30
  • SABATO 6 – 27 AGOSTO ORE 11.30 e 14.30

PERCORSO

Martedì e venerdì: Cava di Candoglia – Viale Cominazzini, 38 – Mergozzo (VB) PIEMONTE

Sabato: Cava di Candoglia + Museo archeologico di Mergozzo

DURATA:

Martedì – venerdì – sabato mattina à 1 ora e 30 minuti

Sabato Pomeriggio à 2 ore e 30 minuti

PREZZI:

Martedì – venerdì – sabato mattina
Intero (19+ anni): 25 €
Ridotto (12-18 anni): 15 €
Ridotto (6-11 anni): 12 €

Sabato Pomeriggio
Intero (19+ anni): 27 €
Ridotto (12-18 anni): 17 €
Ridotto (6-11 anni): 14 €

Potrai accedere ai luoghi dove ogni giorno si lavora per estrarre il marmo rosa destinato ai restauri della Cattedrale milanese. Una visita che spazia dalla geologia alla storia, per scoprire le caratteristiche uniche di questo materiale, le antiche tecniche di lavorazione e di trasporto lungo le vie d’acqua, le difficoltà della vita in cava e le evoluzioni nelle tecniche di estrazione. Scoprirai inoltre il lavoro degli scultori e degli ornatisti ancora oggi impegnati nella realizzazione degli elementi decorativi della Cattedrale, i cui originali sono soggetti ad ammaloramento e vengono sostituiti con copie. Al termine della visita in cava, nella giornata del sabato, è possibile approfondire questa affascinante storia a Mergozzo visitando il Museo archeologico, che offre testimonianze della vita nel territorio dall’età della pietra sino all’alto medioevo, il caratteristico centro storico con i suoi monumenti in marmo e granito, il piccolo lago, un tempo golfo del Lago Maggiore, e la mostra permanente ospitata presso la Sala Pietra dell’Antica Latteria, dove conoscere gli antichi strumenti di lavoro dei cavatori. Nel prezzo del servizio sono inclusi la visita guidata e il servizio navetta interno, che permette di arrivare all’imboccatura della Cava Madre partendo dal parcheggio.

sdr_soft
Commenti FB
Articolo precedenteDalle volanti ai tribunali: Maria Falcicchia, ennesima vittima della giustizia
Articolo successivoMilano ricorda con una targa l’ambasciatore Luca Attanasio
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version