Niente, quando si parla di mensa c’è sempre qualche scandalo.

A Lodi un casino che non vi dico perché il sindaco aveva deciso di chiedere documenti agli extracomunitari per consentire loro di accedere agli sgravi.

A Milano un giorno di sciopero e finisce che i bimbi si mangiano un tramezzino che definire indecoroso è poco. Dopodiché, sul capoluogo, giochiamo a capirci.

Vengo da una famiglia nella quale la buona cucina è al pari della religione, e vi assicuro che mia mamma è molto cattolica. Quindi mi scandalizzo se un risotto è scotto, figurarsi per un tramezzino quanto le mie papille gustative possono inorridire. Però a tutto c’è un limite. Siamo onesti: è un tramezzino venuto male. Molto più grave il perché, secondo me. Perché chi l’ha fatto, quel tramezzino, non c’aveva evidentemente voglia. Non c’aveva testa.

A volte anche una pasta in bianco può venire bene o male, dipende tantissimo da come la si fa. E quindi? Quindi ci viene da dire che per far le cose male, era meglio non farle.

PS. Piccolo spot come al solito, fino a lunedì. A proposito della mensa di Lodi, delle accuse di razzismo eccetera, la sindaca di Lodi per la prima volta esce dalla sua città e viene a dibattere nientemeno che con Majorino, assessore che ha organizzato le marce senza muri, a Milano, alla Fondazione Stelline, il 20 novembre alle ore 16.30. Ripeto: sindaco di Lodi e Majorino il 20 novembre alle 16.30 in corso Magenta 61. Ci sarà da divertirsi.

Scarica la App

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.