“Sono particolarmente soddisfatta di trovarmi in questo Istituto per celebrare l’avvio del nuovo anno scolastico, perche’ si tratta davvero di una delle scuole di eccellenza presenti in Lombardia, oltre a essere anche Centro accreditato dal Ministero del Lavoro per attivita’ di placement”. Cosi’ l’assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro di Regione Lombardia, Valentina Aprea, che ha partecipato questa mattina all’inaugurazione dell’anno scolastico presso il Liceo Classico e Coreutico ‘Tito Livio’ di Milano. Insieme alla preside del Liceo, Amanda Ferrario, l’assessore Aprea ha incontrato genitori e alunni nell’affollata Aula Magna dell’Istituto che, per primo, ha fatto suonare la campanella di inizio delle lezioni.

Rispondendo alle domande dei giornalisti su alcune criticita’ che contraddistinguono l’avvio del nuovo anno scolastico nella nostra regione, l’assessore Aprea ha spiegato che “La Lombardia paga un turnover di docenti che vengono assegnati e poi chiedono il trasferimento. In particolare, quest’anno paghiamo lo scotto della mancata assunzione di docenti di materie scientifiche (prevalentemente matematica), ma anche di sostegno: questo crea un vulnus determinato dalle logiche statali ma le scuole lombarde sono molto attrezzate e sapranno limitare i danni di queste scelte poco felici del ministero”.

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteVinicio Capossela, al via le prevendite per il tour
Articolo successivoIncendio di Mortara, 72 ore per sapere se c’è diossina
Luca Levati
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.