Arriva il nuovo disco dei RATT dopo 8 anni e dopo la causa legale

3983

Gli americani RATT – quelli del cantante Stephen Pearcy, con il bassista Juan Croucier e il chitarrista Warren DeMartinivorrebbero dare finalmente un seguito ad “Infestation” del 2010, album in cui già figurava anche il chitarrista Carlos Cavazo (ex Quiet Riot).

I RATT nel 2017: Carlos Cavazo, Warren DeMartini, Stephen Pearcy, Juan Croucier, Jimmy DeGrasso

Riformatisi nel 2016, nel pieno corso di una battaglia legale contro l’ex batterista (anch’egli della line up classica) Bobby Blotzer (oggi sostituito da Jimmy DeGrasso, ex Y&T, White Lion, Megadeth, Alice Cooper e Black Star Riders) per i diritti sul nome della band, i tre non hanno smesso di calcare i palchi ma vogliono di più… Il condizionale resta d’obbligo però, almeno finché le acque non si saranno calmate del tutto, come ha dichiarato Juan durante alcune interviste rilasciate in occasione della recente apparizione dei Ratt al Rockfest di Kansas City: “Per ora non possiamo azzardare date precise ma di sicuro vogliamo solo guardare avanti e continuare dritti per la nostra strada. La band non è mai stata così determinata e focalizzata, affiatata e coerente… è il momento di tornare a fare sul serio!”.

I RATT nel 1984: Robbin Crosby, Warren DeMartini, Stephen Pearcy, Juan Croucier, Bobby Blotzer

Pearcy aggiunge benzina sul fuoco: “Mi piacerebbe molto incidere un nuovo disco dei Ratt… ma dovrà essere qualcosa di davvero speciale. L’entusiasmo da parte dei nostri fans ci ha dato una spinta tale da aver reinnescato la miccia dell’ispirazione, perciò basta! Entro fine anno rientreremo in studio… Del resto è un traguardo che ci eravamo prefissi sin dal primo momento della reunion… ok, c’è qualche casino da risolvere per proteggere questa band, ma il merdoso teatrino del nonsense finirà molto presto. Qualcuno mangierà la nostra polvere e noi torneremo ad occuparci di quello che sappiamo fare meglio, ovvero scrivere altre mega hit alla Ratt!”.

Lo scorso Novembre, il giudice della California incaricato per questo processo, ha diffidato Mr Blotzer dal continuare ad utilizzare il monicker e il logo originale Ratt dopo che lui stesso aveva attaccato i suoi ex compagni per strapparglielo, cercando addirittura di convincere DeMartini a tornare con lui: a quanto pare, è emerso che la corporation WBS Inc. — promotrice negli anni delle attività dei Ratt e di cui Blotzer e DeMartini sono rimasti gli unici azionisti anche dopo lo split — non può in realtà rivendicare alcun diritto sul nome e/o sul marchio Ratt che resta altresì di proprietà di tutti i membri che nei primi anni 80 hanno fatto parte dell’accordo “originale” di partnership del gruppo, e in parti uguali. In pratica Blotzer, essendo rimasto solo contro tutti, si è ritrovato dunque in minoranza e sollevando la causa si è fregato con le sue stesse mani, ritrovandosi per di più intimato dagli ex soci a presentarsi sul palco, al limite, solo ed unicamente come “ex batterista dei Ratt” durante il suo “Re-Invasion Tour”, senza però poter utilizzare in alcun modo il famoso logo…

I Ratt per questa estate hanno in programma un’unica data esclusiva in Europa il 9 Giugno 2017 sul palco dello SWEDEN ROCK FESTIVAL. Da metà Giugno partirà invece un tour americano che li porterà fino sul palco del famoso motoraduno di Sturgis il prossimo 5 Agosto.

 

 

 

 

 

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.