STEVE PERRY, l’indimenticato cantante della line up classica dei JOURNEY sarà presente accanto ai suoi ex compagni durante la cerimonia di induzione nella Rock And Roll Hall Of Fame a New York il prossimo 7 Aprile 2017. A lasciar trapelare la notizia, mandando istantaneamente in sollucchero tutti i fans, è stato il tastierista Jonathan Cain tramite i social e durante alcune interviste negli USA.

Ovviamente la notizia ha fatto il giro del mondo in pochi minuti e la speranza di poter rivedere il magnifico quintetto dal vivo unito per un’ultima volta si riaccende. Schon, Perry, Valory e Cain, saranno presenti e “indotti” sul palco insieme a Gregg Rolie, Aynsley Dunbar e all’attuale batterista Steve Smith, dal 2015 giunto al suo terzo ciclo storico con i Journey, dopo il licenziamento di Deen Castronovo, ora con i Revolution Saints.

Perry non si esibisce con i Journey ormai da 20 anni, esattamente come per 20 anni ne è stato il frontman indiscusso. Una decina di anni fa, in occasione della cerimonia presso la Hollywood Walk of Fame, aveva dichiarato candidamente che le tensioni che avevano portato alla rottura dei rapporti con la sua ex band si erano definitivamente sciolte, eppure i Journey hanno continuato ad incidere dischi e fare tour con il filippino Arnel Pineda, tuttoggi loro cantante e impressionante clone di Perry (clamorosamente scovato da Schon tramite YouTube). Perry lo scorso Dicembre si è detto “grato” della nomination per l’ingresso nella Rock And Roll Hall Of Fame ma allora non aveva rilasciato dichiarazioni in merito all’accettazione dell’invito a presenziare alla cerimonia.

“È ufficiale. Durante quella cerimonia avremo occasione di incontrare Steve Perry dopo tanto tanto tempo e ci divertiremo insieme, ne sono sicuro”, ha dichiarato un sibillino Cain al Dayton Daily News. “A quanto pare le intenzioni di Steve sono quelle di accettare il premio e poi fuggire via. Come spesso capita in queste occasioni però, tutto può accadere… Ovviamente sarà presente anche Arnel a dare del suo meglio, come sa fare lui e come ha ampiamente dimostrato da 10 anni a questa parte… se ci pensate, storicamente è il periodo initerrotto più lungo di devozione ai Journey per un cantante, un record per Arnel e per noi!”.

Pineda, ben consapevole del fatto che il premio sarà solo per gli originali, si è però teneramente dichiarato onorato ed eccitato di poter finalmente incontrare il suo idolo Steve Perry alla Rock Hall: “Spero di riuscire a stringergli la mano. Non se n’è mai presentata occasione negli ultimi 10 anni e di sicuro sarò molto emozionato”.

La 32° cerimonia annuale della Rock And Roll Hall Of Fame si svolgerà presso il Barclays Center di Brooklyn, per la terza volta consecutiva e verrà trasmessa su HBO e SiriusXM.

Neal Schon, chitarrista e leader dei Journey sin dalla fondazione nel 1973, lo scorso Dicembre aveva lanciato il sasso durante un’intervista con Ultimate Classic Rock: “Dal punto di vista prettamente musicale, lasciando fuori tutto il resto, mi farebbe enorme piacere se Steve cogliendo l’occasione volesse cantare un brano con noi… o due, o quanti ne vuole. Io non ho remore al riguardo, sono pronto e lascerò che le cose prendano naturalmente il loro corso“…

L’ultimo tour di Perry con i Journey risale all’epoca di “Raised On Radio” (1986), mentre l’ultimo disco in studio della formazione classica resta Trial By Fire del 1996. Steve lasciò ufficialmente la band per problemi di salute e da allora si è praticamente ritirato dalle scene… Sta attualmente preparando il suo primo disco solista da 20 anni a questa parte, reinvogliato nel 2014 da una breve apparizione a Los Angeles sul palco con la indie-rock band degli EELS, con cui ha reinterpretato dopo molti anni dal vivo alcune hit dei Journey.

Don’t stop believin’…

 

 

 

 

 

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.