Home Blog

Attentato a Strasburgo, 2 morti e 14 feriti

0
Police motorcycles drives in the streets of Strasbourg, eastern France, after a shooting breakout, on December 11, 2018. - One person has been killed and ten people injured in a shooting today near a Christmas market in the eastern French city of Strasbourg, police said, adding that the suspected gunman was on the run. (Photo by Frederick FLORIN / AFP)

Il bilancio provvisorio dell’attentato ai mercatini di Natale di Strasburgo di ieri sera è di 2 morti e 14 feriti, tra cui un giovane giornalista italiano. L’autore è stato identificato ma non bloccato. Si tratta di un nordafricano di 29 anni, segnalato come estremista islamico. E’ in fuga, dopo aver sparato nella folla dei mercatini di Natale. Proprio ieri mattina la polizia ha perquisito la sua abitazione, per reati minori. Lui al momento dell’intervento delle forze dell’ordine non era in casa ed era ricercato. 

Lavoro, Mattarella “Lo sfruttamento va eliminato”

0


ROMA (ITALPRESS) – “Il volontariato, nelle sue diverse forme, è un orgoglio del nostro Paese. Trasmette energia preziosa. I valori che esprime sono parte della cultura, e dell’identità stessa, del nostro popolo”. Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a Solferino per la cerimonia in occasione del 160esimo anniversario della Croce Rossa Italiana.
“Questo è il carattere dell’Italia, ampiamente diffuso nella concreta vita quotidiana ed è quel che la rende, in conformità alla sua storia, un Paese di grande civiltà.
Contro cui stridono – gravi ed estranei – episodi e comportamenti come quello registrato tre giorni addietro, quando un giovane lavoratore immigrato Satnam Singh è morto, vedendosi rifiutare soccorso e assistenza, dopo l’ennesimo tragico incidente sul lavoro”, ha detto il Capo dello Stato.
“Una forma di lavoro – prosegue – che si manifesta con caratteri disumani e che rientra in un fenomeno – che affiora non di rado – di sfruttamento del lavoro dei più deboli e indifesi, con modalità e condizioni illegali e crudeli.
Fenomeno che, con rigore e fermezza, va ovunque contrastato, eliminato totalmente e sanzionato, evitando di fornire l’erronea e inaccettabile impressione che venga tollerato ignorandolo”.
mgg (fonte video: Quirinale)

Barbaro “Con la Figc prima collaborazione strutturata con lo sport”

0


ISERLOHN (GERMANIA) (ITALPRESS) – Il Sottosegretario del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, Claudio Barbaro, ha presentato ai microfoni di Italpress la nuova partnership con la Figc. Barbaro ha evidenziato la prima collaborazione messa in atto col mondo dello sport, con l’obiettivo di coinvolgere altre discipline. La presentazione è avvenuta nella sede tedesca di Casa Azzurri a Iserlohn, quartier generale dell’Italia a Euro2024, insieme al presidente della Figc Gabriele Gravina.
pia/ari/red

Mattarella visita il Museo Internazionale della Croce Rossa Italiana

0


Mantova (ITALPRESS) – ll presidente della Repubblica Sergio Mattarella si è recato Solferino e Castiglione delle Stiviere in occasione dei festeggiamenti della Croce rossa italiana che compie 160 anni. Il Capo dello Stato per l’occasione ha visitato il il Museo Internazionale della CRI.
abr/

fonte video Quirinale

Sparisce nel Garda, si cerca un turista

0

Sono in corso sul lago di Garda le ricerche di una persona sparita in acqua. A dare l’allarme sono stati alcuni turisti austriaci che hanno segnalato una persona in difficoltà che poi si è inabissata a circa 350 metri dal litorale antistante Gargnano (Brescia). Sul posto sono intervenuti due mezzi della Guardia Costiera, con a bordo anche il soccorritore marittimo, che sta eseguendo attività di ricerca, un mezzo navale dei Vigili del Fuoco di Salò, un elicottero dei Vigili del Fuoco, e i sommozzatori da Milano. La barca del turista disperso, un cinese di 44 anni, è stata trasferita nel porto di Gargnano, dove sono arrivati anche i Carabinieri per acquisire maggiori informazioni dai turisti che lo hanno visto inabissarsi.

Incidenti sul lavoro: in giugno sei morti in Lombardia, l’appello della Uil

0

Ad aprile 2024 erano 52 i lavoratori morti sul lavoro in Lombardia con 37.796 denunce di infortunio. Il dato è riferito dalla Uil Lombardia. A questi, sottolinea il sindacato, si aggiungono altri lavoratori, di cui ben 6 nel mese di giugno. “Lanciamo nuovamente il nostro grido – sottolinea il segretario generale Uil Lombardia Enrico Vizza -. Adesso basta, vogliamo zero morti sul lavoro. Vogliamo scuotere la coscienza di tutti, imprese, istituzioni, enti locali, cittadini, ognuno per il proprio ruolo, nessuno deve stare in silenzio. Vogliamo che il profitto, venga messo da parte e si investa in formazione, assistenza e maggiori controlli e sanzioni. Vogliamo maggiori controlli e ispezioni assumendoci, come sindacato la nostra responsabilità attraverso denunce e segnalazioni in tutti i luoghi di lavoro. Se il sindacato è presidio di diritti, di democrazia di assistenza, allora dobbiamo promuovere tutti gli strumenti a nostra disposizione per fermare le stragi sul lavoro ! Segnalazioni, assistenza, infortuni, attraverso gli sportelli Sindacali e del Patronato . Alle aziende e agli imprenditori onesti che investono sulla sicurezza chiediamo di scendere in campo con noi per raggiungere l’obbiettivo di zero morti. Ai sindaci dei Comuni chiediamo un maggiore impegno anche attraverso la polizia locale. Ogni azione per evitare infortuni sul lavoro va messa in campo”.

“Tutto il bello che ci aspetta”, perdere la strada per ritrovarsi, il nuovo romanzo di Lorenza Gentile

0

Lorenza Gentile, autrice di romanzi di successo tradotti in diverse lingue, torna in libreria con “Tutto il bello che ci aspetta” (ed. Feltrinelli). E’ la storia di Selene che, passati i trent’anni, non ha ancora trovato la sua strada. Per trovarla, una notte d’estate fugge da Milano verso un paesino nel cuore della Puglia, il posto dove è cresciuta, immersa in una comunità spirituale, circondata dall’affetto degli amici e della famiglia. Selene inizia a comprendere che a volte è necessario perdersi e sbagliare strada per trovare il coraggio di seguire i propri sogni.

Ascolta l’intervista a Lorenza Gentile

Gli incubi di Di Lorenzo e la scocca di Cristante – per il 21/6

0


ISERLOHN (GERMANIA) (ITALPRESS) – Dominati, ridimensionati, ma anche miracolati. Se Gigio Donnarumma non avesse detto no a tutti tranne che al ‘fuoco amico’, ci poteva scappare pure la ‘manita’ tanto cara agli spagnoli. Abbiamo perso, ma di misura e la differenza reti, se dovesse andare male anche a Lipsia, potrebbe avere un suo perchè. Il capitano è l’unico a salvarsi, per il resto tutti bocciati, al massimo qualche sufficienza striminzita.
DI LORENZO 4: Questa notte non avrà chiuso occhi, non per l’adrenalina della partita che si fa fatica a smaltire, ma per il timore che Nico Williams potesse saltarlo anche nel sonno. Travolto da serpentine e dribbling, non l’ha mai preso e quei continui giramenti di testa gli hanno fatto perdere anche la misura dei passaggi più banali. ANNICHILITO.
CALAFIORI 5: In ogni autogol la sfortuna è spesso una componente determinante, così è stato ieri. Ma al di là dell’autorete come tutti ha sofferto, ha l’attenuante di essere tra i meno esperti. Nonostante tutto è rimasto lucido, ha lottato, si è sporcato il vestito, ma non è bastato contro la qualità delle furie rosse. BATTEZZATO
BARELLA 5: Migliore in campo contro l’Albania, finisce nella rete
del palleggio iberico a Gelsenkirchen. Diversi errori anche
tecnici. C’è un’immagine che dice tutto: il suo terrore negli occhi quando in 5 gli chiudono ogni linea di passaggio, palla persa e pedalare, è andata così. IRRETITO
CRISTANTE 6: Forse la ‘scocca’ di Bryan di San Vito al Tagliamento poteva essere utile dal 1° minuto. Intendiamoci, non che al 46° si sia accesa la luce con il suo ingresso in campo, ma un po’ di solidità l’ha data, un po’ di ordine l’ha messo. E’ da sempre il 12esimo titolare, con la Croazia potrebbe, anzi dovrebbe, partire titolare. RILANCIATO
ari/gsl

Tifosi azzurri delusi post Spagna ma fiduciosi per la Croazia

0


GELSENKIRCHEN (GERMANIA) (ITALPRESS) – Un bel po’ di delusione dopo una partita subita, dopo una gara dominata dalla Spagna per 90 minuti, nonostante l’1-0 finale. Scelte tecniche discutibili, una Spagna troppo forte per essere battuta, ma la squadra c’è e “potevamo sfangarla”, magari con un gol all’ultimo minuto. La sconfitta dunque brucia parecchio, tra le giocate di Nico Williams e Yamal gli azzurri hanno fatto fatica a contenere le Furie Rosse. La solidità però non manca, con la Croazia l’Italia si gioca il proprio destino ad Euro 2024: con un pareggio o una vittoria l’Italia agli ottavi, con un ko la squadra di Spalletti deve sperare nei risultati incrociati. Ma l’Italia, a Lipsia, è ancora padrona del proprio destino, magari cercando di salvare anche intrecci familiari.
pia/gm/gtr

Game of Filippo, seconda edizione al Bicocca Stadium

0

Una serata di sport e solidarietà per dare una speranza a un bambino che sta lottando contro una rarissima malattia genetica: lunedì 1° luglio al Bicocca Stadium di Milano (in viale Sarca 205) è in programma la seconda edizione di “Game for Filippo”, un quadrangolare benefico di calcio (a ingresso libero) organizzato dal Panathlon Club di Milano in collaborazione con l’Us Aldini per il piccolo Filippo Traldi. Il calcio d’inizio è previsto per le ore 19. Quattro le squadre che scenderanno in campo: la US Aldini 1930 Milano, il CUS Bicocca, una rappresentativa del Consiglio regionale della Lombardia e una del Comando Provinciale di Milano dei Carabinieri.

Questo evento è la dimostrazione, ancora una volta, che il territorio è capace di fare sistema e creare sinergie, di mettere in rete idee, energie, competenze e risorse per una ‘buona causa’ – ha sottolineato il presidente del Consiglio regionale Federico Romani -. È l’occasione per conoscere la storia del piccolo Filippo Traldi, un bambino che potremmo definire “fragile” per il percorso che sta affrontando. In realtà, Filippo è fortissimo. È un supereroe che, nonostante sia ancora un bimbo, sta affrontando un viaggio lungo e faticoso con molto coraggio. Scenderemo in campo convinti di poter dare a Filippo una prospettiva nuova che, attraverso la ricerca e le terapie più avanzate, gli possa garantire una vita ‘normale’, come quella di tutti i bambini di cinque anni. È questa la partita più importante e la dobbiamo vincere tutti insieme”.

Filippo è l’unico bambino europeo in cura negli Stati Uniti perché oggi ci sono pochissimi ospedali al mondo e nessuno in Europa in cui viene somministrata la cura sperimentale che potrebbe dare una concreta chance ai malati affetti dalla sindrome di Hunter – ha evidenziato Filippo Grassia, Past President del Panathlon Club di Milano –. Per questo il torneo del 1° luglio può essere anche l’occasione per aprire un confronto tra le istituzioni, le associazioni e il mondo sanitario sull’opportunità di promuovere un’attività di ricerca per combattere la sindrome di Hunter anche a Milano. Perché la rete è fondamentale. Da soli non si fa nulla”.

Alla conferenza stampa sono intervenuti anche il Presidente del Panathlon Club di Milano Simonpaolo Buongiardino, il responsabile grandi eventi del Panathlon Club di Milano Alessio Ceriani e il Comandante dei Carabinieri Milano Duomo Capitano Emilio Labonia. Filippo Traldi è un bambino di cinque anni figlio di Stefano, socio del Panathlon Club di MilanoFilippo è affetto da mucopolisaccaridosi di tipo 2 (MPS 2) o sindrome di Hunter, una malattia genetica regressiva a causa della quale il corpo non produce l’enzima che serve a ripulire le cellule dalle tossine che quotidianamente si accumulano nel nostro corpo, portando le cellule nel giro di qualche anno al collasso e quindi a morte certa. L’unica cura oggi esistente è una terapia enzimatica sostitutiva (ERT), che è in grado solo di rallentare il regresso, ma non di guarire. L’aspettativa di vita dei malati di MPS 2 è tra i 10 e i 18 anni.

Filippo è stato sottoposto a una terapia sperimentale della durata di sei mesi al Benioff Children’s Hospital a Oakland, in California, uno dei quattro ospedali al mondo – tre negli Usa e uno in Brasile – in cui viene somministrata una cura specifica contro la sindrome di Hunter. Al Bicocca Stadium sarà presente anche uno stand di ADMO (Associazione Donatori di Midollo Osseo) presso il quale tutte le persone tra i 18 e i 35 anni potranno sottoporsi a un semplice test salivare per la tipizzazione e iscriversi al registro dei donatori di midollo osseo.

Medicina Top – 22/6/2024

0


MILANO (ITALPRESS) – Patologie della tiroide, medicina estetica e le posizioni manageriali calcistiche a contatto con infortuni e difficoltà: sono i temi della trentaseiesima puntata di Medicina Top. Marco Klinger intervista Andrea Lania, Responsabile dell’Unità Operativa di Endocrinologia e Diabetologia dell’Humanitas di Rozzano; Maurizio Cavallini, specialista in chirurgia estetica; Ivan Cordoba, ex calciatore e ora dirigente sportivo.

fsc/gsl