ROMA (ITALPRESS) – “I dati sono ancora parziali e sono condizionati da alcune variabili come le condizioni climatiche, il bel tempo incide sugli sbarchi. Ma i primi due mesi di azione del governo hanno fatto segnare una flessione della curva di crescita rispetto al precedente anno, ritengo che qualche segnale lo abbiamo lanciato”. Così il ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi, a “L’Aria che tira” su La7.”Abbiamo voluto dare coerenza – aggiunge – rispetto al fatto che i salvataggi in mare li fa lo Stato con le sue strutture. Abbiamo l’ambizione di gestire noi il fenomeno e non possiamo consentire a navi private di sostituirsi allo Stato italiano”. La norma sulle Ong “come l’abbiamo approvata fa riferimento alle normative di carattere internazionale che prevede a chi sta in mare di salvare vite umane, ma prevede anche la possibilità degli Stati di regolare l’accesso nelle proprie acque internazionali vietando tutti i transiti che sono considerati lesivi dell’ordine e della sicurezza pubblica”. “Noi ci siamo mossi assolutamente in linea con quelle che sono le convenzioni internazionali”, ribadisce.
-foto agenziafotogramma.it-
(ITALPRESS).

Commenti FB