Don Mazzi, il diavolo e l’acqua santa

0
411

Lunedì, 20 marzo 2017, alle ore 21.00, il Teatro Condominio in Via Teatro, 5 a Gallarate, ospiterà “Il diavolo e l’acqua santa”, una serata dedicata a temi di grande attualità: emergenze sociali, scuola, tempo libero e immigrazione.

Roberto Sartori, Responsabile di 4Exodus di Gallarate, aprirà la serata con Marcello Pedroni, Presidente dell’ Associazione culturale Agorà Liberi e Forti. Dopo l’ intermezzo musicale del musicista Aco Bocina, sul palco del Teatro Condominio ci sarà il dibattito fra Don Antonio Mazzi, fondatore di Exodus e Nino Caianiello, Presidente onorario dell’ Associazione culturale Agorà Liberi e Forti di Varese ed ex Assessore alle politiche sociali di Gallarate.

“Noi di Exodus, abbiamo colto con piacere l’ invito dell’ Associazione Agorà – dice Roberto Sartori – che ci ha chiesto di partecipare a questo dibattito mettendo in campo il nostro fondatore, per affrontare quello che noi riteniamo un’emergenza educativa. Gli ultimi accadimenti – prosegue Sartori – sia in scala nazionale sia in scala locale, esigono delle risposte dai cosiddetti adulti, verso i giovani per capire in che modo dobbiamo garantire loro un mondo, una società e dei rapporti diversi che prescindano dalle grosse conflittualità, dalle dipendenze e che siano veramente un modello e una testimonianza del vivere insieme”.

“Vorrei parlare ai giovani – sostiene Don Antonio Mazzi – a me piace soprattutto parlare con i borderline, quelli un po’ strani, che hanno problemi con la scuola, con la famiglia, con la chiesa e anche con loro stessi. Perché voglio convincerli che la vita è bella!”.

Moderatore della serata sarà Silvestro Pascarella, giornalista del quotidiano “La Prealpina”.

Ingresso: 5 euro.

Il ricavato della serata, unitamente ai contributi di sostegno, andrà interamente devoluto alle iniziative di Exodus, in grado di offrire risposte efficaci ai gravi problemi di disagio sociale adolescenziale e giovanile.

Per sostenere l’ iniziativa:

Credito Valtellinese Conto 1848 intestato a Fondazione Exodus Onlus.

IBAN IT52V0521650240000000001848

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO