PALERMO (ITALPRESS) – “L’Inps è in prima linea contro il caporalato. Come Istituto stiamo portando avanti, a partire dalle mie stesse audizioni in commissione Lavoro alla Camera e al Senato, la proposta di attualizzare e migliorare la vigilanza con una sistema più maturo e collaborativo attraverso un controllo congiunto con le forze dell’ordine ‘ex ante’, quindi prima e non dopo in maniera tale da potere erogare le risorse a chi ne ha bisogno. E naturalmente reprimere quelle situazioni di lavoro irregolare e frodi a carico dello Stato ma anche dei contribuenti”. Lo ha detto il presidente dell’Inps, Gabriele Fava, a margine del convegno “La domanda e l’offerta di lavoro: strategie pubbliche e private per un ottimale incontro” organizzato dall’Inps, dall’università degli studi di Palermo e dalla Consulta degli Ordini provinciali dei Consulenti del lavoro e oggi a Palazzo Steri a Palermo.
col3/gtr
Print Friendly, PDF & Email