Paulo Fonseca è il nuovo allenatore del Milan

"Volevamo portare qualcosa di nuovo abbiamo studiato come allena, come prepara le partite. Dopo cinque anni serviva qualcosa di nuovo", ha spiegato Zlatan Ibrahimovic nella conferenza stampa di presentazione della stagione 2024/2025.

0
751

Paulo Fonseca è il nuovo allenatore del Milan, lo ha annunciato la società rossonera: “Nato a Nampula (Mozambico) il 5 marzo 1973, Paulo Fonseca inizia la propria carriera da allenatore nel 2005, partendo dalle giovanili dell’Estrela Amadora e proseguendo poi, tra i professionisti, nelle serie minori portoghesi. Nel 2012 debutta nel massimo campionato con il Paços de Ferreira, club con cui raggiunge l’accesso ai play-off di Champions League. Nel 2013 il passaggio al Porto, con cui arriva a vincere la Supercoppa di Portogallo, il suo primo trofeo da allenatore.” Sul sito ufficiale si legge inoltre che “dopo una parentesi al Braga, con cui si aggiudica la Coppa di Portogallo, allena per tre stagioni lo Shakhtar Donetsk, con cui conquista sette trofei e colleziona 103 vittorie in 139 partite. Nel 2019 il debutto nel campionato italiano con l’AS Roma, squadra con cui raggiunge la Semifinale di Europa League nel 2021. Allenatore del LOSC Lille dall’estate 2022, Fonseca termina la sua avventura in Francia dopo due stagioni in cui contribuisce a portare il club ad altrettante qualificazioni europee.” Il tecnico portoghese si unisce ora al Milan con un contratto triennale. Il comunicato si chiude con il benvenuto del Club “a Paulo e ai suoi collaboratori”.

“Volevamo portare qualcosa di nuovo abbiamo studiato come allena, come prepara le partite. Dopo cinque anni serviva qualcosa di nuovo”, ha spiegato Zlatan Ibrahimovic Senior Advidor di RedBird nella conferenza stampa di presentazione della stagione 2024/2025.  “Maignan, Theo Hernandez e Leao restano con noi. Hanno un contratto e sono felici. Non abbiamo bisogno di vendere, non serve un domino effect” ha spiegato Ibra.
“Sono giocatori tra i più forti nel loro ruolo – ha continuato Ibra – e hanno un contratto con noi. Sono felici, non abbiamo bisogno di vendere. Per i rinnovi? Da quando è entrato RedBird i risultati sono positivi e ci dà la possibilità di allargarci di più e di fare di più economicamente”.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteBankitalia, Malamisura “In Calabria continua la fase di recupero”
Articolo successivo1000 Miglia 2024, al via la terza tappa della 42esima edizione
Luca Levati
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.