Sala: “A Milano nessuna deroga per intitolazioni a Berlusconi”

A un anno dalla scomparsa di Silvio Berlusconi, si torna a parlare di intitolazioni e quindi di deroghe alla regola dei 10 anni che dovrebbero passare dalla morte prima di potergli dedicargli vie o piazze di Milano. "C'è il rispetto della persona però deroghe non le faremo" ha ribadito il sindaco Sala.

0
567

Un anno fa la scomparsa di Silvio Berlusconi. Oggi i cinque figli hanno voluto ricordare oggi il padre ed ex presidente del Consiglio nel primo anniversario della morte con una intera pagina a pagamento sui principali quotidiani nazionali. La frase che hanno dedicato all’ex leader di Forza Italia è ‘Dolcissimo papà, il tuo amore vivrà sempre dentro di noi’. Firmato ‘Marina, Pier Silvio, Barbara, Eleonora e Luigi’.
“Un grande lombardo”: così il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana ricorda Berlusconi. Il governatore ha  evidenziato come la Regione gli abbia dedicato l’intitolazione del Belvedere del 39esimo piano, punto più alto di Palazzo Lombardia, ricordandolo come un “imprenditore visionario e innovativo, uomo delle istituzioni e politico lungimirante, protagonista nello sport”.
A un anno dalla scomparsa di Berlusconi, si torna a parlare di intitolazioni e quindi di deroghe alla regola dei 10 anni che dovrebbero passare dalla morte prima di potergli dedicargli vie o piazze di Milano. “No, deroghe è impossibile – ha detto il sindaco di Milano Giuseppe Sala a margine di una conferenza stampa – . Ripeto, c’è il rispetto della persona però deroghe non le faremo. L’ho detto più volte, quindi rimaniamo su questa posizione”.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.