Torna a Milano la Music Week dal 20 al 26 novembre

Nel quartier generale alla Torneria Tortona, la rassegna ospiterà uno spazio di coworking, panel, incontri con gli artisti, workshop, percorsi tematici, party, djset e showcase tutti giorni.

0
92

Torna a Milano dal 20 al 26 novembre, completamente rinnovata, la Milano Music Week, con un quartier generale totalmente dedicato alla Torneria Tortona, che diventerà il punto di riferimento per il pubblico e gli addetti al settore, ospitando uno spazio di coworking, panel, incontri con gli artisti, workshop, percorsi tematici, party, djset e showcase tutti giorni; e in tutta Milano proiezioni, presentazioni di libri, party, dj set, tanti live e meeting internazionali con i delegati delle maggiori realtà musicali europee. La manifestazione è promossa dal Comune di Milano, FIMI – Federazione Industria Musicale Italiana, Nuovo Imaie e Siae – Società Italiana degli Autori ed Editori, con il patrocinio del Ministero della Cultura. Sotto la direzione artistica di Nur Al Habash (direttrice della Fondazione Italia Music Lab) e con la curatela speciale di Francesca Michielin, questa nuova edizione vedrà tanti incontri tematici con gli artisti, tra i quali Francesca Michielin, Manuel Agnelli, Ariete, Alfa, Angelina Mango, Tommaso Paradiso, Neffa, Ele A, Thru Collected, Devendra Banhart, Cccp – Fedeli Alla Linea, Yendry, Motta, Paola Iezzi, Guinevere; in programma anche showcase, djset, panel sull’attualità e il futuro del music business.

Francesca Michielin, curatrice speciale spiega: “In quanto musicista e artista italiana, alla Milano Music Week vorrei puntare i riflettori sul ruolo delle artiste donne in un ambiente discografico in cui purtroppo non sono ancora abbastanza protagoniste. Mi piacerebbe non solo creare occasioni di confronto e dialogo su ciò che accade alla musica scritta e prodotta da donne, ma anche dare ampio spazio alla riflessione sulla difficoltà di essere donne in un mondo musicale che non sempre ha tempo per accogliere una maternità, ad esempio. Per la prima volta porterò MASCHIACCI a teatro e, sempre per la prima volta, parlerò di musica e testi musicali con l’obiettivo di riflettere ancora una volta sulla potenza del linguaggio e il peso delle parole”

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.