Radio Lombardia è tra le radio “locali” più conosciute della regione, lo si evince dal sondaggio Winpoll secondo cui sono 3.784.000 le persone che conoscono la storica emittente milanese.

Sempre stando ai dati del sondaggio sono 213.000 gli ascoltatori che si sintonizzano ogni giorno sull’emittente utilizzando i diversi device. In questo senso lo strumento principale rimane la radio (dab ed fm) 71%, Smart Tv 15%, Social (Facebook, Instagram, Twitter) 11% , altri aggregatori 8%, Smart Speaker 7% e sito 5% (il dato è calcolato tenendo conto che le persone ascoltano la radio su diversi device).

“Dall’indagine risulta che Radio Lombardia sta diventando, con grande nostra soddisfazione, una realtà anche del nuovo mondo digitale” afferma l’editore dell’emittente Tiziano Mariani. “La radio nata sulle onde fm continua la sua evoluzione nei tempi contemporanei, essendo sempre più uno strumento della vita quotidiana per chi vive, lavora e si sposta nella nostra Regione che di questo strumento è stata avanguardia avendo visto la nascita della radiofonia italiana”.

Le persone che ascoltano Radio Lombardia almeno una volta nell’arco della settimana sono 718mila. Per quanto riguarda le fasce d’età l’emittente si rivolge a un pubblico young adult: infatti gli ascoltatori tra i 30 e i 65 anni rappresentano il 59% del totale (tra i 45-65 anni 33%, 30-40 anni 26%) mentre gli over 65 sono il 23% e i più giovani 14-29 rappresentano il 18%.

Radio Lombardia caratterizza il suo palinsesto grazie all’informazione regionale e ai programmmi di approfondimento in cui quotidianamente vengono ospitati artisti, politici, attori, scrittori e giornalisti oltre alla presenza di voci storiche dell’emittenza privata come Emilio Bianchi, Marco Garavelli, Sarah, Monica Stefinlongo e con l’aggiunta di Nicoletta Prandi.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteIn Sicilia “Hospital Chef”, la buona cucina per gli ospedali
Articolo successivoMattarella all’anno giudiziario del Consiglio Nazionale Forense
Luca Levati
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.