Covid: in Lombardia superati i 45mila morti da inizio pandemia

Decessi e ricoveri in calo rispetto a una settimana fa, secondo il rapporto settimanale sull'andamento della pandemia. L'Oms: usare mascherine al chiuso e nei luoghi affollati contro la diffusione della variante Kraken.

26
foto da pixabay

Sono 27 i ricoverati nelle terapie intensive degli ospedali per il Covid in Lombardia, alla data di ieri 12 gennaio, in lieve diminuzione rispetto ai 29 di una settimana fa. I ricoverati negli altri reparti per la cura del Coronavirus sono 696, in forte calo a fronte dei 1.000 di sette giorni prima (-304). In calo anche i decessi: 118 in sette giorni (rispetto ai 234 della settimana precedente). In totale, da inizio pandemia, i morti salgono a 45.040. Lo rende noto la Regione. L’incremento dei positivi per provincia tra la giornata di ieri, giovedì 12 gennaio, rispetto a quella precedente, 11 gennaio, sono a Milano 338 (di cui 130 in città); a Bergamo 101; a Brescia 123; a Como 69; a Cremona 44; a Lecco 36; a Lodi 25; a Mantova 68; a Monza e Brianza 90; a Pavia 60; a Sondrio 31 e a Varese 101.

Le mascherine “continuano ad essere uno strumento chiave contro il Covid-19: sono consigliate a seguito di una recente esposizione a Covid, quando qualcuno ha o sospetta di avere Covid, se si è ad alto rischio di Covid grave e per chiunque si trovi in ;;uno spazio affollato, chiuso o scarsamente ventilato”. Lo afferma l’Oms nel suo ultimo aggiornamento delle linee guida per il Covid su mascherine e cure. L’Oms continua a raccomandare l’uso delle mascherine “in situazioni specifiche e l’aggiornamento ne raccomanda l’uso indipendentemente dalla situazione epidemiologica locale, data l’attuale diffusione del Covid a livello globale”.

Commenti FB