Dopo aver fatto “ballare sul mondo” oltre 100.000 persone alla RCF Arena – Campovolo di Reggio Emilia lo scorso giugno con l’evento “30 Anni in un giorno” e aver “urlato contro il cielo” di Verona durante le sette date sold out all’Arena, Luciano Ligabue si prepara a tornare protagonista negli stadi nel 2023 con due imperdibili concerti: il 5 luglio allo Stadio G. Meazza di Milano e il 14 luglio allo Stadio Olimpico di Roma.

I biglietti per i concerti negli stadi, prodotti e organizzati da Friends&Partners e Riservarossa, saranno disponibili in prevendita dalle ore 11.00, sabato 8 ottobre, su Ticketone, Ticketmaster e nelle prevendite abituali. Per gli iscritti al Bar Mario i biglietti saranno in presale dalle ore 11.00 di oggi, venerdì 7 ottobre.Per info: www.friendsandpartners.it

Prima degli stadi, Ligabue si prepara ad affrontare gli ultimi appuntamenti live di quest’anno che lo vedranno protagonista in Europa: 26 ottobre al Razzmatazz di BARCELLONA, 28 ottobre al Cirque Royal di BRUXELLES, 30 ottobre al Bataclan di PARIGI, 31 ottobre al 02 Shepherd’s Bush Empire di LONDRA.

 

 

 

È

Commenti FB
Articolo precedenteStudenti in corteo a Milano, la protesta contro l’alternanza scuola-lavoro
Articolo successivo“Basta una zampa”: dog therapy in pediatria al San Paolo di Milano
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.