Ferragni a Casa Arcobaleno Milano contro le discriminazioni

Chiara Ferragni ha visitato nelle scorse settimane la Casa Arcobaleno, un progetto promosso dal Comune di Milano per accogliere ragazzi e ragazze che sono stati discriminati dalle loro famiglie per il loro orientamento sessuale.

12
dal profilo Facebook di Chiara Ferragni

L’influencer Chiara Ferragni ha visitato nelle scorse settimane la Casa Arcobaleno, un progetto promosso dal Comune di Milano per accogliere ragazzi e ragazze che sono stati discriminati dalle loro famiglie per il loro orientamento sessuale e che possono quindi trovare accoglienza e supporto. “Nelle scorse settimane ho incontrato le referenti del progetto Casa Arcobaleno promosso dal Comune di Milano, Spazio Aperto Servizi e Lotta contro l’emarginazione – ha scritto sulle sue pagine social l’imprenditrice digitale postando le foto dell’incontro -. Casa Arcobaleno è l’appartamento dedicato all’accoglienza di ragazzǝ discriminatǝ dalle loro famiglie e che hanno dovuto lasciare la loro casa di origine per il loro orientamento sessuale, l’identità di genere o per il loro percorso di transizione avviato. Con loro ho iniziato un percorso di sostegno tramite alcune donazioni e condividendo il mio tempo con ragazzǝ che hanno subito questi maltrattamenti”. Chiara Ferragni ha poi ascoltato le storie di varie persone. “Mi sono emozionata ad ascoltare le stories di Czeslaw, Samantha, Maryah e Vanessa e spero che le mie parole e il mio supporto possano aiutarli a superare questo momento difficile. Non vedo l’ora di raccontarvi di più – ha concluso lanciando un appello ai followers -. Chiunque dovesse trovarsi in situazioni con questo tipo di discriminazioni può cercare online www.spazioapertoservizi.org/casarcobaleno/ o contattare il rainbow desk al numero telefonico 366 7541 034 o alla mail antidiscriminazioni@comune.milano.it”.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.