Turismo, a Milano superati i livelli pre covid: a luglio 700mila arrivi

+7% rispetto al 2019, quando erano stati registrati 652.763 ingressi in città

13

A luglio, il turismo a Milano supera i livelli pre-Covid. Lo scorso mese, sono stati registrati quasi 700mila arrivi in città, +7% rispetto al 2019. Allora, secondo i dati della Questura di Milano, erano stati 652.763 gli ingressi nel territorio comunale.
Il numero di turisti nel capoluogo lombardo è cresciuto di mese in mese nel corso di quest’anno, arrivando ad eguagliare i dati del 2019 ad aprile e a superarli a luglio 2022. Più in dettaglio, ad aprile 2022 sono stati registrati 587.717 arrivi; a maggio 626.742; a giugno 628.759 e a luglio 696.338.
Buoni i riscontri anche per l’area vasta (Città metropolitana e Provincia di Monza e Brianza): a luglio 2022 sono stati 910.881 gli arrivi; nel 2019 erano stati 957.241.
Grandi eventi, congressi e capacità di attrarre i giovani sono gli asset su cui si basa la strategia di promozione della città messa in campo dall’Amministrazione.
Le campagne di comunicazione dedicate ai quartieri e promosse con il brand YesMilano la partecipazione del Comune alle fiere internazionali del settore MICE (Meetings, Incentives, Conferences and Exhibitions) e gli eventi che la città ha ospitato in questi mesi hanno restituito un ottimo riscontro.
L’estate 2022 a Milano riserva ancora appuntamenti di richiamo per il pubblico internazionale, a cominciare dalle gare di FIBA EuroBasket (2-8 settembre) e dal Formula 1 Pirelli Gran Premio d’Italia a Monza (9-11 settembre).

Commenti FB
Articolo precedenteTpl, Monguzzi (Verdi): basta teatrino, il comune può rinunciare ad aumento tariffe
Articolo successivoCovid, Lombardia: 4.692 nuovi casi (14,9%), 44 decessi
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.