Bormio, intossicazione di massa per ragazzi ed educatori di un Grest di Brescia

Febbre alta, tosse, vomito per un centinaio di persone tra ragazzi, educatori e accompagnatori di un oratorio di Brescia in vacanza in alta Valtellina.

78

Un centinaio di persone, tra ragazzi e accompagnatori, di un oratorio di Brescia,  in vacanza nelle scorse settimane a Bormio, al Campo Hotel Girasole, hanno accusato malori sospetti . Dopo alcuni giorni in Alta Valle al partecipato Grest, a Bormio 2000, oltre la metà dei partecipanti si è sentita male, con febbre alta, fino a 40, vomito e tosse. Una volta rientrati a casa, molti si sono presentati al Pronto Soccorso degli Spedali civili di Brescia. Ipotizzando che si trattasse di legionella a tutti i pazienti sono stati somministrati antibiotici. Negativi anche i tamponi Covid. L’Ats della Montagna esclude l’intossicazione alimentare: cucinavano mamme e cuoche che sono venute con i ragazzi, facevano loro la spesa e si occupavano dei pasti. Il gruppo ha fatto anche una gita in un rifugio ad alta quota. Sono in corso varie analisi per cercare di capire la provenienza dell’intossicazione; potrebbe trattarsi anche dell’acqua bevuta dai ragazzi in una delle loro gite. 

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.