Home News Pride, per la Regione il delegato ufficiale sarà Dario Violi (M5S)

Pride, per la Regione il delegato ufficiale sarà Dario Violi (M5S)

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, e il Presidente del Consiglio regionale, Alessandro Fermi, hanno delegato il Consigliere regionale, e segretario dell’Ufficio di Presidenza, Dario Violi a partecipare in rappresentanza di Regione Lombardia al Pride Milano 2022, in programma sabato.

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, e il Presidente del Consiglio regionale, Alessandro Fermi, hanno delegato il Consigliere regionale, e segretario dell’Ufficio di Presidenza, Dario Violi a partecipare in rappresentanza di Regione Lombardia al Pride Milano 2022, in programma sabato. Lo rende noto il M5S. Per la prima volta, nella storia della manifestazione, Regione Lombardia sarà presente in veste istituzionale, così come chiesto dalla mozione dei pentastellati approvata con voto segreto dal Pirellone lo scorso 14 giugno, con la quale veniva chiesto anche di illuminare il Pirellone con i colori della bandiera arcobaleno in occasione del Pride . «È un onore rappresentare, per la prima volta nella sua storia, la Lombardia che si mette in cammino per i diritti – commenta Violi -. La nostra è una regione inclusiva che abbraccia la diversità e i valori. Purtroppo, a volte, certa politica pare dimenticarsene sminuendo ciò che di fatto i lombardi hanno già saputo dimostrare in termini di rispetto e valori. Per questo, seppur restando nell’ambito dei segnali, trovo importante il fatto che l’Istituzione regionale sia presente durante la manifestazione in programma sabato. Essere stato delegato per questo compito è il riconoscimento dell’importante lavoro portato avanti dal Movimento Cinque Stelle contro la discriminazione determinata dall’orientamento sessuale e identità di genere».

Commenti FB
Articolo precedenteSiccità, Coldiretti Lombardia: da frumento a mais è SOS raccolti nelle campagne
Articolo successivoCovid, il Gip non archivia l’inchiesta per le morti al Trivulzio
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version