Home News Città senza taxi, è sciopero selvaggio. L’assessore Maran: “Vergognoso”

Città senza taxi, è sciopero selvaggio. L’assessore Maran: “Vergognoso”

"Da due giorni non ci sono taxi a Milano, come nelle altre città. Nessuno ha autorizzato questo sciopero. Non vengono erogati nemmeno servizi elementari come quelli alle persone malate, agli ospedali, alle persone con disabilità, alle persone più anziane. Chi tenta di lavorare viene sottoposto a minacce indegne delle peggiori corporazioni".

“La vergogna dello sciopero selvaggio”. Così l’assessore alla Casa del Comune, Pierfrancesco Maran, in un post in cui scrive: “Da due giorni non ci sono taxi a Milano, come nelle altre città. Nessuno ha autorizzato questo sciopero. Non vengono erogati nemmeno servizi elementari come quelli alle persone malate, agli ospedali, alle persone con disabilità, alle persone più anziane. Chi tenta di lavorare viene sottoposto a minacce indegne delle peggiori corporazioni. Una vergogna perpetrata da chi dovrebbe erogare un servizio pubblico e si sta rifiutando di farlo”, scrive l’assessore. “Il motivo della protesta, fuori dalle regole, è che dentro il ddl concorrenza all’esame del Governo c’è una norma, peraltro all’acqua di rose, sul tema taxi. Una norma che cambierebbe assai poco (troppo poco), rispetto allo status quo, ma non è questo il punto. Come ogni categoria i tassisti hanno delle modalità previste dalla legge per protestare, è un loro diritto utilizzarle e altresì un loro dovere non usarne altre. Ieri e oggi stanno mancando di rispetto alla cittadinanza, commettono interruzione di pubblico servizio e ci sono casi di minacce verso i loro colleghi che vogliono lavorare: tutto ciò è inqualificabile”, scrive ancora Maran. “P.s. consentitemi di ringraziare Limo Green Service che questa sera porterà a casa il sig. Marco, dopo le terapie cui è sottoposto. All’ospedale eravamo vicini e mi son sentito i venti minuti di tentativi che ha fatto con le centrali radiotaxi, senza esito positivo, per prenotare un servizio cui aveva diritto. Per fortuna son riuscito a trovare una soluzione con questa compagnia e il Sig. Marco, a differenza di tutti gli altri lasciati a piedi, avrà un passaggio dopo le sue cure”, conclude l’assessore.

Commenti FB

4 COMMENTI

  1. Carissimo Maran, perche’ non merita neanche di darle del Signore…se c’e’ qualcuno che si deve vergognare, questo e proprio lei, insieme a Sala e Granelli!!! Abbiamo sempre erogato i servizi che lei definisce “elementari” anche durante quest’ultimi 2 anni di pandemia, trasportando malati, operatori sanitari, anziani, donne in gravidanza, diversamente abili e qualsiasi persona abbia avuto bisogno di muoversi…ma nonostante questo, ancora una volta siamo stati abbandonati al ns. destino, senza che nessuna istituzione ci ringraziasse ancora una volta per l’eccelente lavoro svolto dal sottoscritto e dai miei colleghi!!! Le minacce indegne sono rappresentate dalla gente come lei che posta cose senza nemmeno sapere quali sono i relai motivi che ci spingono ad essere in riunione e non in sciopero!!! Non ci siamo mai sottratti ai ns. doveri e alle ns. responsabilita’ e non potrei dire la stessa cosa per i politici venduti e corrotti dalla lobby delle grandi multinazionali!!! E non tollero sentir dire che manchiamo di rispetto alla cittadinanza, questi purtroppo non sanno quali impatti potra’ avere la liberalizzazione del TPL non di linea sui prezzi delle corse, che oggi sono regolamentati e calmierati a livello comunale, ma che un domani invece potrebbero essere determinati da un’algoritmo programmato volutamente ad aumentarne il prezzo in base al gioco della domanda e dell’offerta, proprio come stiamo assistendo in questi giorni!!! Gli NCC mediante uber vendono corse a 400 euro dalla Stazione Centrale a Malpensa, anche il prezzo della corsa rientra come elemento discriminatorio per chi devi utilizzare un servizio di publico utilizzo!!!

    Cordialmente, un tassista di Milano!

  2. Trovo indecenti le parole di un rappresentante dell’amministrazione comunale verso una categoria di lavoratori e concittadini. Ma cosa crede che ci stiamo divertendo? Che ci piace tutto questo? Che sia un bel passatempo? L’inesattezza delle affermazioni e la pubblicità gratuita ad un servizio privato rendono il tutto indegno della carica che ricopre. Vergogna!

  3. Caro Maran noi non abbiamo niente di cui vergognarci voi avete distrutto la viabilità a Milano che era già difficile ma adesso è insostenibile per colpa delle vostre ciclabili e corsie preferenziali che non bastano per non dimenticare i monopattini le biciclette e motorini che girano persino sui marciapiedi. Avete trasformato una città in una giungla. VERGOGNA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version