Home News Maltempo nel comasco, la situazione nei comuni colpiti

Maltempo nel comasco, la situazione nei comuni colpiti

Intanto, come riporta La Provincia di Como, per i sindaci della zona "il vero nemico è rappresentato dall’incertezza legata ai tempi di realizzazione delle opere."

Coordinata dall’assessore al Territorio e Protezione civile, Pietro Foroni, prosegue l’azione di Regione Lombardia per dare supporto e assistenza ai territori colpiti dal maltempo nel comasco. Ecco la situazione nei comuni in seguito al sopralluogo dei tecnici degli Uffici Territoriali Regionali:

Laglio: attivato un primo pronto intervento per rimozione materiale reticolo idrico minore, per un importo stimato di 100.000 euro. Si valuta l’attivazione di un secondo pronto intervento.

Carate Urio: attivato un primo pronto intervento per rimozione materiale reticolo idrico minore, per un importo stimato di 100.000 euro. In corso verifiche per lo smaltimento del materiale.

Pognana: interessati tre corsi d’acqua del reticolo idrico minore: a Valle di Pozzuolo attivato pronto intervento per rimozione materiale; a Valle di Nera attivato pronto intervento per rimozione materiale; a Valle di Cuma, dove il corso transita in centro paese, è stato attivato il pronto intervento per rimozione materiale e il ripristino dell’officiosità, o funzionalità idraulica;

Careno, frazione di Nesso: istruito un tombotto sulla Strada Provinciale.

Intanto, come riporta La Provincia di Como, per i sindaci della zona “il vero nemico è rappresentato dall’incertezza legata ai tempi di realizzazione delle opere.” Secondo il sindaco di Blevio Alberto Trabucchi interpellato dal quotidiano lariano “i soldi servono e servono subito, a cominciare da quelli stanziati grazie al Pnrr. Siamo a luglio e non ci sono giunte ancora comunicazioni ufficiali. Di questo passo entreremo nel vivo dell’argomento a settembre. Sfida ardua per Comuni piccoli come il nostro, cui sono stati assegnati 12 milioni 300 mila euro. I tempi biblici della burocrazia non si sposano con situazioni come quella che purtroppo si è riproposta a Laglio, tenendo conto che per noi – come credo per la quasi totalità dei Comuni interessati dall’eccezionale ondata di maltempo dello scorso anno – non si è ancora chiusa la partita dei fondi connessi alla somma urgenza. All’appello a noi mancano ancora 400 mila euro”.

Commenti FB
Articolo precedenteIn Lombardia 3.158 positivi e 5 decessi
Articolo successivoCologno Monzese, arrestato l’uomo che ha ferito la convivente salvata dai Vigili del Fuoco
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version