Home News Welfare, inaugurata a Soresina (Cr) Casa di Comunità

Welfare, inaugurata a Soresina (Cr) Casa di Comunità

Si tratta della prima Casa in provincia di Cremona tra quelle previste dalla legge di potenziamento della sanità lombarda. La struttura di Soresina è ubicata nel Polo Sanitario Nuovo Robbiani.

La vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia ha inaugurato la Casa di Comunità a Soresina. Si tratta della prima Casa in provincia di Cremona tra quelle previste dalla legge di potenziamento della sanità lombarda. La struttura di Soresina è ubicata nel Polo Sanitario Nuovo Robbiani.
Nel cremonese sono previsti 4 Ospedali di Comunità (Rivolta d’Adda, Soncino, Soresina e Cremona) e 6 Case di Comunità (Crema, Rivolta d’Adda, 2 a Cremona, Soresina e Casalmaggiore). All’interno del Polo Nuovo Robbiani è già attivo dal 16 maggio l’Ospedale di Comunità con 20 posti letto.

“Procediamo speditamente – ha detto la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti  – con l’apertura di Case e Ospedali di Comunità. Cremona e la sua provincia sono particolarmente attenzionate dalla Giunta. La Casa di Soresina contiene tutti i servizi previsti, in pratica il primo luogo di cura ed accoglienza per i pazienti”.
“In più – ha aggiunto la vicepresidente – ho avuto modo di osservare da vicino il progetto, particolarmente innovativo, di teleriabilitazione domiciliare dedicato agli over 65. Un vero e proprio fiore all’occhiello della Casa e dell’intera Lombardia”.

Il Centro Medico Nuovo Robbiani è una struttura sanitaria privata accreditata con il Servizio Sanitario Nazionale e nasce nel 2013 a Soresina in sostituzione del vecchio ospedale Robbiani. Offre prestazioni mediche, sanitarie e chirurgiche sia per cure subacute sia in regime di day hospital o per singoli trattamenti.  Nella Casa di Soresina sono attivi la medicina generale, la medicina specialistica e la diagnostica ambulatoriale, il PUA (punto unico di accesso), il servizio di assistenza domiciliare, gli infermieri di famiglia. E ancora il centro unico di prenotazione, l’integrazione con i servizi sociali per la cronicità, la guardia medica, il punto prelievi, i consultori, gli screening, i servizi per la salute mentale, le vaccinazioni. Infine, il progetto di teleriabilitazione dedicato agli over 65 con patologie croniche.

Al termine dell’inaugurazione della Casa di Comunità è stato presentato alla vicepresidente di Regione Lombardia il progetto di teleriabilitazione domiciliare realizzato dall’ASST di Cremona (Servizio Fragilità in collaborazione con l’Ufficio Comunicazione) grazie al sostegno dell’Associazione Amici dell’Ospedale di Cremona ‘Gianni Carutti’. Il servizio è dedicato a pazienti over 65 enni con presenza di caregiver con patologie croniche stabilizzate. Si tratta di un tutorial caratterizzato da 5 sezioni di esercizi da svolgere al domicilio. L’obiettivo è favorire l’autonomia e il mantenimento dell’equilibrio fisico dei pazienti con patologie croniche. Nello specifico si tratta di un progetto di riabilitazione sincrona. È prevista una misurazione dello stato di salute e dei miglioramenti da parte dell’operatore.

Commenti FB
Articolo precedenteA Milano il primo sportello anti violenza e discriminazione Lgbtqi+
Articolo successivoIn Lombardia 2.449 casi e 21 decessi
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version