Omicidio ex vigilessa, confessa anche la figlia minore

Con le parole di Paola Zani si completa la confessione del "trio criminale" ritenuto il responsabile dell'omicidio dell'ex vigilessa di Temù. Martedì aveva confessato Mirto Milani, 28 anni, fidanzato di una delle figlie e amante dell'altra.

0
193

Anche Paola Zani, 20 anni, la figlia minore di Laura Ziliani ha ammesso di aver partecipato all’omicidio della madre, avvenuto a Temù, nel Bresciano, nel maggio dell’anno scorso e ritrovata nel greto dell’Oglio l’8 agosto successivo. Confessione messa a verbale in un lungo interrogatorio nel carcere bresciano di Verziano. Con le parole di Paola Zani si completa la confessione del “trio criminale” ritenuto il responsabile dell’omicidio dell’ex vigilessa di Temù. Martedì aveva infatti confessato Mirto Milani, 28 anni, fidanzato di una delle figlie e amante dell’altra. Ieri era stata la volta della fidanzata e figlia maggiore della vittima, Silvia Zani. Laura Ziliani, secondo le indagini, sarebbe stata stordita con delle benzodiazepine e poi soffocata, forse con un cuscino o un sacchetto di plastica, nella notte tra il 7 e l’8 maggio nell’abitazione di via Ballardini a Temù.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.