Si è tenuta stamattina a Palazzo Marino la 21esima edizione del Premio Campione, il riconoscimento promosso dall’associazione di volontariato dei City Angels a coloro che si sono distinti mettendosi al servizio della comunità e diventando un esempio positivo per l’opinione pubblica. Ha vinto il premio “Campione della gente” Damiano Rizzi, il presidente della onlus Soleterre, in prima linea nell’assistenza ai bambini ucraini malati di tumore. “Sono contento e onorato di ricevere questo riconoscimento. Ciò che mi rende davvero orgoglioso come fondatore e Presidente di Fondazione Soleterre è di essere stato votato dalle persone, dai cittadini, per l’impegno in aiuto ai pazienti oncologici pediatrici e ai bambini feriti nella tremenda emergenza umanitaria causata dalla guerra in Ucraina”, ha commentato Rizzi. “Il premio Campione della Gente è un premio “della e dalla gente”: è un’ulteriore conferma che il lavoro svolto da Soleterre in Ucraina, non solo in questi settantasette giorni di guerra, ma oramai da quasi vent’anni, deve proseguire e intensificarsi”. Erano presenti alla premiazione, condotta da Simona Ventura, il sindaco Giuseppe Sala, gli assessori comunali Lamberto Bertolè, Arianna Censi e Marco Granelli e gli assessori regionali Lara Magoni e Alessandra Locatelli e Mario Furlan, fondatore e presidente dei City Angels. “Il Premio Campione è diventato ormai un appuntamento fisso per Milano, un modo per riconoscere gli sforzi, spesso silenziosi e disinteressati, di chi si impegna per gli altri attraverso un progetto, un’idea, un’iniziativa”, ha commentato Sala. “Ed è ancora più bello – e sono certo anche più gratificante per i vincitori – che il premio arrivi proprio da dei ‘campioni di solidarietà’ per eccellenza, i City Angels, che da anni lavorano nella nostra città, collaborando anche con l’Amministrazione, per sostenere chi è più vulnerabile e fa più fatica. A loro e a tutti i premiati va il nostro sincero grazie per il contributo prezioso che danno a Milano e al Paese”. Gli altri Oscar della bontà per il sociale sono assegnati da una giuria formata da direttori e giornalisti di 21 organi d’informazione (Affaritaliani.it, Ansa, Avvenire, Corriere della Sera, Famiglia Cristiana, Fanpage, Il Giornale, Il Giorno, La Gazzetta dello Sport, La Repubblica, Leggo, Libero, Mediaset, Meta (Facebook e Instagram), Metro, Milano Today, Mi-Tomorrow, Radio Lombardia, Tgcom24, Upday e Wikimedia Italia). I vintori premiati sono stati l’ex campione dei pesi massimi leggeri Giacobbe Fragomeni (Campione per lo sport); l’Accademia ucraina di balletto (Campione per la pace); il Generale Camillo de Milato, presidente dell’Asilo Mariuccia dal 2012 (Campione per l’accoglienza); Anna Maria Samuelli, membro fondatore del Comitato per la Foresta dei Giusti (Campionessa per la memoria); il Centro d’Aiuto alta Vita Mangiagalli di Milano (Campione per la vita); Manuela Ulivi, presidentessa della Casa delle donne maltrattate (Campionessa per le donne); don Giuseppe Maria Tedesco, Parroco di Busto Arsizio (Campione per i rifugiati); il giornalista di Fanpage Saverio Tommasi (Campione per la solidarietà); don Claudio Burglo, cappellano del carcere minorile Beccaria (Campione per i giovani); Gherardo Colombo, ex magistrato di Mani Pulite (Campione per il soccorso). Il Premio Campione è stato sponsorizzato da Yakult Italia e patrocinato dal Comune di Milano, dalla Città Metropolitana e dalla Regione Lombardia, con l’Associazione Nazionale Magistrati, l’Agenzia delle Entrate, l’Ordine degli Avvocati, la Comunità Ebraica di Milano, il Rotary Club e il Lions Club.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.