Home News Attacchi Hacker, Moratti: innalzati livelli di sorveglianza e intervento

Attacchi Hacker, Moratti: innalzati livelli di sorveglianza e intervento

"Purtroppo li abbiamo avuti come altre Regioni, quello che abbiamo fatto è stato di chiudere gli applicativi per non avere ricatti , che non vogliamo e sui quali avremo un punto molto fermo nel non pagare" ha ribadito l'assessore.

Your browser does not support the video tag. https://www.radiolombardia.it/wp-content/uploads/2022/05/MORATTI-SU-ATTACCHI-HACKER-10-05-2022.mp4

“Purtroppo gli hacker rispetto a tutte le Regioni hanno intensificato la loro azione però noi abbiamo innalzato il nostro livello di sorveglianza e di controllo e di rapido intervento”: lo ha affermato l’assessore regionale al Welfare, Letizia Moratti, tornando sull’attacco hacker dei giorni scorsi ad alcune strutture della sanità lombarda. “Purtroppo li abbiamo avuti come altre Regioni, quello che abbiamo fatto è stato di chiudere gli applicativi per non avere ricatti , che non vogliamo e sui quali avremo un punto molto fermo nel non pagare – ha poi ribadito l’assessore -. Abbiamo ripristinato tutto quello che non funzionava, ma ovviamente qualche disservizio c’è stato, di questo ci scusiamo”.

Commenti FB
Articolo precedenteUn nuovo volto per Piazza Luigi di Savoia e per l’ex hotel Michelangelo
Articolo successivoCovid, Lombardia: tasso di positività al 15,2%, 34 decessi
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version