Home News Samarate, portato in carcere Alessandro Maja

Samarate, portato in carcere Alessandro Maja

L'uomo, accusato dell'omicidio della moglie Stefania Pivetta, 56 anni, e della figlia Giulia, 16 anni e del tentato omicidio del figlio Nicolò, 23 anni, è stato portato nel carcere di Monza, dopo essere stato ricoverato in ospedale per delle ferite che si era inferto.

E’ stato portato in carcere a Monza Alessandro Maja, 57 anni, che ieri mattina ha ucciso la sua famiglia a Samarate (Varese). L’uomo è stato arrestato per l’omicidio di Stefania Pivetta, 56 anni, e della figlia Giulia, 16 anni e del tentato omicidio del figlio Nicolò, 23 anni, che ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Varese. L’uomo ieri mattina era stato ricoverato all’ospedale di Busto Arsizio,  dopo che si era ferito. In serata è stato trasferito all’ospedale di Monza, in Brianza, da cui  è stato dimesso per essere portato in carcere. Resta grave ma stabile e ricoverato al reparto di Rianimazione dell’ospedale di Varese Nicolò Maja, 23 anni. Il giovane, unico sopravvissuto alla furia omicida del padre, è stato sottoposto ad un intervento chirurgico.  “Sembrava la famiglia del Mulino Bianco”, hanno detto i vicini di casa, di quelle “insospettabili” “una famiglia normale”. Invece i problemi c’erano. 

Commenti FB

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version