Home News Milano, borseggiatrici sulla linea 91: la Polizia di Stato individua e ferma...

Milano, borseggiatrici sulla linea 91: la Polizia di Stato individua e ferma 2 donne

Subito dopo il furto, le donne rom, dopo avere individuato anche il pin del bancomat, sono riuscite ad effettuare otto transazioni riuscendo a spendere e prelevare circa 2mila euro.

Your browser does not support the video tag. https://www.radiolombardia.it/wp-content/uploads/2022/05/b42c26a2-cc64-11ec-bb3e-736d736f6674.mp4

Gli agenti di Polizia del Commissariato Quarto Oggiaro, a seguito della denuncia di una donna 90enne, sono riusciti ad individuare e denunciare due borseggiatrici, di 25 e 29 anni, domiciliate in via Bolla, in alcuni camper utilizzati da rom con numerosi precedenti penali specifici, entrambe con divieto di dimora nel comune di Milano. Agli inizi di aprile, la vittima, mentre era in procinto di salire sulla linea bus 91, è stata avvicinata dalle due donne, le quali, hanno iniziato a farle diverse domande per distrarla e a toccarla insistentemente con la scusa di aiutarla per poi riuscire a sottrarle dalla borsa il portafogli con carte di credito e bancomat. Subito dopo il furto, le donne, dopo avere individuato anche il pin del bancomat, sono riuscite ad effettuare otto transazioni in due esercizi commerciali e una banca, riuscendo complessivamente a spendere e prelevare circa 2mila euro. I poliziotti del Commissariato Quarto Oggiaro, grazie anche alla collaborazione dalla vittima, sono riusciti a ricostruire l’accaduto e a riconoscere e individuare le due malviventi che erano già state arrestate dagli agenti del commissariato in un altro furto ai danni di anziani, sempre a bordo della stessa linea bus, quella volta a commettere il furto erano in quattro. Nei video estrapolati dalla dagli agenti appare molto chiara la modalità operativa delle malviventi che cercano inizialmente di interagire con la vittime: mentre alcune la distraggono, le altre commettono rapidamente il furto, frugando nelle tasche o nelle borse. Può essere, pertanto, utile la raccomandazione della Polizia di Stato di non lasciare i vari oggetti di valore in più tasche diverse incustodite e di tenere la borsa sempre davanti, chiusa e sotto controllo. Importante anche il suggerimento – sottolinea la polizia – di non lasciare nel portafogli bigliettini con annotati i pin di bancomat e carte di credito.

Commenti FB
Articolo precedenteSamarate, portato in carcere Alessandro Maja
Articolo successivoMilano, l’appuntamento all’anagrafe si può prenotare in edicola
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version