Home News Un progetto per i bambini, in ricordo di Luca Attanasio

Un progetto per i bambini, in ricordo di Luca Attanasio

A Limbiate (Mb), la città dell'ambasciatore ucciso in Congo,  è stata organizzata una partita tra Nazionale Cantanti e giovani artisti ed è stato presentato il nuovo progetto benefico della Fondazione Mama Sofia.

“Oggi è un giorno di rinascita. La rinascita del mio Luca che continua a vivere e a donare la sua luce attraverso Mama Sofia, una Fondazione in sua memoria, pronta a intervenire ovunque ci sia bisogno”. Lo dice Zakia Seddiki moglie di Luca Attanasio, l’ambasciatore ucciso un anno fa in Congo insieme al carabiniere Vittorio Iacovacci e all’autista Mustapha Milambo. Ieri a Limbiate, la città dove Attanasio  è cresciuto,  è stata organizzata una partita  tra Nazionale Cantanti e giovani artisti, influencer e youtuber, promotori del neonato progetto di charity Play2Give, in onore di Attanasio. A proposito del progetto benefico della Fondazione Mama Sofia che Luca sosteneva e che la famiglia continuerà a seguire, Zakia ha spiegato che “questo è un lavoro partito proprio con Luca come ambasciatore, quindi lui ci teneva all’unione di italiani che lottano tutti i giorni per i diritti dei bambini e per i diritti umani. Lui l’ha fatto come istituzione, come rappresentante dell’Italia ed è un dovere portarlo avanti”. “Nella vita e nella carriera, mio marito ha dimostrato che con la passione e il coraggio si può restituire dignità e gioia a tanti giovani che non hanno di fronte a loro l’orizzonte di una vita serena”.

Commenti FB

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version