Irruzione di aria artica ma Nord ancora a secco

Un debole perturbazione interesserà più le regioni del Centro-Sud. Aria fredda al Nord ma ancora niente precipitazioni.

14

L’alta pressione si ritira temporaneamente verso l’Atlantico, spostando il proprio baricentro tra le Isole Britanniche e il Golfo di Biscaglia. Una perturbazione a carattere di fronte freddo (la numero 3 del mese) si muove lungo il suo bordo orientale, investendo più direttamente l’Europa dell’Est e spingendosi nel fine settimana fino alla Grecia e al mar Egeo. L’Italia viene coinvolta marginalmente: in quest’ultima parte della settimana osserveremo un calo generale delle temperature, in qualche caso anche sensibile – affermano i meteorologi di IconaMeteo.it -, insieme ad un rinforzo marcato della ventilazione settentrionale, che potrà accentuare la sensazione di freddo. Gli effetti in termini di precipitazioni saranno scarsi, per lo più limitati alla giornata odierna e ad alcuni settori della Penisola e alla Sicilia, mentre di neve ne cadrà molto poca in Appennino, fino a quote di bassa collina nel settore centrale. All’inizio della prossima settimana le estreme regioni meridionali potrebbero ancora parzialmente risentire della circolazione fredda e perturbata che nel frattempo stazionerà nell’Europa sud-orientale, ma la tendenza in tal senso resta ancora incerta. Contemporaneamente l’alta pressione tornerà ad espandersi fino alla regione alpina e al Mediterraneo centro-occidentale, ripristinando le condizioni meteorologiche osservate nei giorni scorsi.

PREVISIONI PER LE PROSSIME ORE

Prevalenza di tempo soleggiato al Nord, con nebbie o nubi basse in graduale diradamento tra pianura lombarda, basso Veneto ed Emilia, un po’ più insistenti in Romagna. La quota neve tenderà ad abbassarsi progressivamente nella seconda parte del giorno, quando però anche i fenomeni tenderanno ad esaurirsi: fino a 400-600 metri sull’Appennino centrale, fin verso 900-1200 metri su quello meridionale. Temperature in diminuzione, più sensibile nelle Alpi, all’estremo Nordest e lungo il versante adriatico.

PREVISIONI PER SABATO 22 GENNAIO

In giornata tempo per lo più soleggiato su quasi tutte le regioni; da segnalare un po’ di nubi nelle Alpi orientali, con ancora qualche fiocco di neve al confine in Alto Adige, e un cielo irregolarmente nuvoloso sulla Puglia, specie verso sera quando sarà possibile anche qualche piovasco nel settore adriatico. Temperature: in calo quasi ovunque nei valori minimi, con gelate diffuse all’alba al Centro-Nord, localmente anche intense; massime in diminuzione al Sud e sulla Sicilia; in rialzo al Nord, specie in quota.

PREVISIONI PER DOMENICA 23 GENNAIO

Tempo in gran parte soleggiato. Al mattino cielo leggermente velato al Nord. Temperature minime in rialzo al Centro-Nord, con valori intorno allo zero; freddo anche al Sud e nelle Isole maggiori. Temperature in lieve calo al Nord-Ovest, stazionarie o in leggero aumento nel resto d’Italia.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.