Giovedì 18 novembre BookCity Milano offre un programma ricco e variegato, con una particolare attenzione verso gli eventi di BookCity per le scuole, come da tradizione.
Tra i tanti eventi, alle 10.00, in un appuntamento streaming, BookCity Milano e Amplifon presentano: Ci sentiamo dopoIl progetto educativo di Amplifon a sostegno dell’ascolto responsabile, che ha già coinvolto oltre 20.000 studenti e 800 classi in tutta Italia, arriva a BookCity con un appuntamento speciale dedicato alle scuole con la presenza dello slam poet Simone Savogin.
Daverio: indagini su Bonaparte: alle 11.00, alla Pinacoteca di Brera, in Sala della Passione, James BradburneMarco CarminatiCarlo OrsiPierluigi Panza ed Elena Daverio presenteranno Il mio Napoleone (Rizzoli), il libro di Philippe Daverio che ritrae il celebre imperatore francese, esplorandone l’immagine e la carismatica personalità. L’evento sarà anche occasione per ricordare l’autore e critico artistico venuto a mancare lo scorso anno.
Con Cristina Dosio Morozzi, Paolo Di Paolo, Eugenio Gallavotti e Franco Raggi, alle 11.30 presso l’Università IULM, aula Seminari, si tiene Quale creatività in #attesa dei ruggenti anni Venti, la presentazione del libro di Eugenio Gallavotti, La teoria dei colori. Stile & società a contrasto (Franco Angeli); sarà l’occasione per far dialogare i fashion studies con le altre discipline creative, dalla narrativa al cinema, dall’arte all’architettura, fino alla musica e al design. L’evento sarà disponibile anche in streaming.
Alle 11.30, all’Università Bocconi, nell’aula N36, avrà luogo Ten Years of BookCity Milano. Cultural Policies in Action, con Paola DubiniAntonella Minetto e Oliviero Ponte di Pino, che ricorderanno la nascita di BookCity, nel 2012, con l’intenzione di mettere i libri, la lettura e i lettori al centro di una serie di eventi in città, promuovendo la cultura e il ruolo di Milano come città del libro e capitale dell’editoria italiana. A dieci anni dalla prima edizione di BookCity Milano, questa lectio a porte aperte sarà l’occasione per riflettere sulla centralità delle politiche culturali attive a livello locale e sulle attuali difficoltà che Milano si trova ad affrontare. L’evento sarà disponibile anche in streaming.
Alle 16.00 al Teatro Franco Parenti, Café Rouge, il Presidente e CEO della Fiera del libro di Francoforte, Jürgen Boos, sarà protagonista di un panel intitolato Il futuro dell’editoria, con Ricardo Levi, presidente AIE, la scrittrice Chiara Gamberale e Luca Formenton, presidente di Fondazione Mondadori, moderato da Oliviero Ponte di Pino. L’evento fa parte della collaborazione fra la città di Milano e quella di Heidelberg all’interno del progetto di scambio internazionale fra le Città Creative Unesco per la letteratura e prevede un intervento del Ministro per i beni e le attività culturali Dario Franceschini.
Alle 16.30, al Teatro EDI presso Barrio’s, si terrà il Quiz Book: la grande sfida degli incipit, con Augusta Gori, un evento che propone un quiz sugli incipit più celebri dei romanzi, dai grandi classici ai contemporanei; ai vincitori verranno assegnati premi letterari. L’incontro darà il via alla XXIII edizione del Premio Letterario Edoardo Kihlgren Opera Prima e alla I Edizione del Premio Speciale Edoardo Kihlgren – Fondazione di Comunità Milano – per racconti inediti scritti da studenti delle scuole superiori.
Sempre alle 16.30, all’Università degli Studi di Milano, aula 211, Filippo BonaventuraNicolò BongiornoLuca CarraElena CattaneoSerena GiacominMatteo Miluzi e Ruggero Rollini saranno i protagonisti di La scienza racconta: un evento dedicato al crescente interesse per la scienza presso il pubblico, consapevole delle sfide che la società deve affrontare, quali la crisi climatica, lo sviluppo sostenibile, la pandemia. L’evento prende in considerazione le difficoltà della comunicazione scientifica, dovute alla complessità e novità dei fenomeni, complicata dalla rapida e incontrollata diffusione di fake news attraverso i canali di comunicazione di massa. Divulgatori e scienziati cercheranno di capire come raccontare oggi i risultati e i progressi della scienza e quale sia il ruolo dei giornalisti scientifici, dei divulgatori e degli scienziati che vogliono raccontare direttamente il loro lavoro. L’evento sarà disponibile anche online, in diretta.
Alle 16.30 al Castello Sforzesco, in Sala della Balla, l’evento Trieste città della letteratura: Strehler ponte tra le due città Trieste e Milano sarà l’occasione per parlare del libro di Cristina Battocletti, Giorgio Strehler. Il ragazzo di Trieste. Vota, morte e miracoli (La Nave di Teseo), insieme a Stefano Bianchi, che racconta la figura di Strehler attraverso un’esplorazione delle carte del suo archivio a Trieste.
All’Auditorium Enzo Baldoni, alle 17.00, il Centro Formazione Supereroi presenta Le storie siamo noi: diari dalla terra del coronavirus, con Edoardo Brugnatelli insieme a studenti, insegnanti, scrittori e vari supereroi: nel marzo 2020, il Centro Formazione Supereroi, con il supporto di BCM, ha chiesto agli studenti lombardi, costretti a casa dal lockdown, di raccontare quei giorni eccezionali e difficili; hanno aderito 93 classi, 1571 ragazzi hanno prodotto ben 5700 pagine scritte, un diario collettivo fatto di piccole storie, riflessioni e momenti personali, da cui è nato il volume Le storie siamo noi: diari dalla terra del Coronavirus – Best Of, che verrà presentato insieme agli insegnanti e agli studenti che hanno reso possibile la sua realizzazione.
Alle 17, al Piccolo Teatro Grassi, Chiostro Nina Vinchi, Ferruccio de BortoliLuca FormentonClaudio Longhi e Giovanni Soresi presenteranno il libro Lettere agli italiani di Giorgio Strehler (Il Saggiatore).
Alle 17.30 al Laboratorio Formentini per l’editoria, in Refettorio, Danco Singer e James Bradburne, con la moderazione di Federica de Casco, racconteranno segreti, meccanismi e retroscena del fenomeno che ha conquistato autori, lettori e non lettori: il podcast. L’evento, intitolato Storie che lasciano il segno: la Pinacoteca di Brera, sarà anche l’occasione di presentare il nuovo progetto firmato dalla Pinacoteca di Brera e dal Frame-Festival della Comunicazione, che dà voce alle storie custodite nei luoghi quotidiani di Milano (dal museo, alle piazze, alla città intera), che si sono fatti insospettabili scenari della grande Storia, tra illustri personalità e la gente comune, capace di piccoli gesti di verace eroismo.
Alle 18.00 Fermata Sabotino, una speciale festa in occasione del nuovo look de laFeltrinelli Sabotino in Porta Romana. Gli scrittori Feltrinelli di oggi rileggono gli scrittori Feltrinelli di ieri, un’occasione per i lettori di celebrare la propria libreria del cuore, punto di riferimento del quartiere, assieme agli autori della casa editrice che saranno coinvolti in reading tratti dalle pagine di alcuni grandi classici Feltrinelli, da Il Gattopardo Sotto il Vulcano.
Alle 18.00 al Teatro Franco Parenti, in Sala Grande, si terrà l’incontro Il laboratorio della destra estrema tra l’Italia e l’Europa, con Paolo BerizziFrancesco Cancellato e Maurizio Molinari: verrà presentato il libro di Berizzi, È gradita la camicia nera (Rizzoli), un volume che parte da Verona per fotografare un presente in cui la destra radicale cerca di farsi largo nel tifo calcistico, nelle proteste ai tempi della pandemia e in generale nella vita pubblica e nelle istituzioni del Paese.
Alle 18.00, alla Biblioteca Sormani, in Sala del Grechetto, Liliana Segre, Myrta Merlino Massimo Gramellini saranno protagonisti dell’incontro La forza delle donne e parleranno del libro di Merlino, Donne che sfidano la tempesta (Solferino): un volume che raccoglie le voci di sofferenza e di ribellione, di ingiustizia e di speranza, di dubbi e paure, di vite rivoluzionate e capacità di resistere, componendo un grande ed emozionante racconto collettivo della condizione femminile. Si parlerà inoltre di quale sia il posto che le donne occupano oggi nella scacchiera della società.
Alle 18.00 alla Fondazione Corriere della Sera, in Sala Buzzati, verrà presentato il libro di Aldo Grasso Padiglione Italia. Bestiario fantastico per un Paese paradossale (Solferino), con Maurizio CrippaFerruccio de BortoliAldo GrassoStefano Lucchini e Maria Luisa Agnese in veste di coordinatrice.
Alle 18.00 a Palazzo Moriggia – Museo del Risorgimento, l’evento Settecento siciliano sarà l’occasione per presentare il nuovo giallo storico di Silvana La Spina, L’uomo del vicerè (Neri Pozza), insieme all’autrice e Antonio Calabrò: sullo sfondo di una cupa Palermo settecentesca, il nobile Maurizio di Belmonte viene chiamato a indagare su una serie di efferati omicidi.
Alle 19.00 all’Auditorium Enzo Baldoni, si terrà l’evento di BookCity per le Scuole intitolato al tema dell’anno: #Dopo – Che cosa significa per gli studenti e le studentesse delle scuole superiori milanesi?, insieme a Marco Balzano e agli studenti delle scuole superiori milanesi. A salire sul palco saranno proprio gli studenti che, nell’ambito del contest DOPO, prenderanno la parola per raccontare che cosa significhi per loro la parola Dopo, per poterla capire e costruire una costellazione di “dopo”, dalla politica all’ecologia, dall’amore al lavoro, per dare forma al mondo che ci aspetta.
Alle 19.00 al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci Piero Pelù, il rocker, l’attivista, l’anarcoide, “el Diablo” scende dal palco e torna indietro nel tempo in un viaggio della memoria, presentando il suo libro Spacca l’infinito (Giunti) con Matteo Cruccu.
Alle 19.00 al Castello Sforzesco in Sala Bertarelli, Paolo Nori e Andrea Antinori presenteranno il loro libro A cosa servono i gatti (Terre di Mezzo Editore), un volume su quei periodi della vita in cui si vorrebbe comprare un’affettatrice, un prosciutto, sedici pacchi di pan carré e otto tubetti di maionese, tornare a casa, mangiare, andare a letto, svegliarsi, mangiare, andare a letto. Salvo poi ritrovarsi il lunedì sera, sdraiati con una scarpa sì e una no, a guardare su YouTube delle cose che proprio non interessano. E in quei giorni viene da domandarsi: a cosa servono i gatti?
Alle 19.00 al Laboratorio Formentini per l’editoria, al Refettorio, si terrà il Dialogo sull’editoria – Il racconto di un mondo che cambia, con Cristina Taglietti e Giuseppe Laterza, moderato da Giacomo Papi. Verrà presentato il libro di Taglietti, Risvolti di copertina. Viaggio in 14 case editrici italiane (Laterza) e verrà intavolato un dialogo per raccontare il funzionamento di una casa editrice, la scelta dei volumi da pubblicare, le collane in cui inserirli, il percorso di un dattiloscritto, spiegando come funziona e come è cambiato il mondo del libro negli ultimi anni.
Alle 19.00 all’ADI Design Museum, in Sala Foyer, si terrà l’evento Gloria: storia di un’idea maschile, con Maria Pace Ottieri e Liliana Rampello: un dialogo sull’idea di gloria a partire dal nuovo libro di Maria Pace Ottieri, Amor di gloria (Nottetempo), per interrogarsi su che cosa significhi veramente questo concetto, come sia nato, come si sia evoluto e cosa l’abbia fatto scomparire quasi del tutto dal mondo di oggi. A partire dall’antichità fino all’età moderna, un percorso appassionante tra autori, testi, personaggi e aneddoti, intorno a una parola spesso riservata ai soli uomini.
Alle 21.00 all’Auditorium del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci, Massimo Recalcati sarà protagonista dell’evento I fantasmi del sesso, con cui presenterà il suo libro Esiste il rapporto sessuale? Desiderio, amore e godimento (Raffaello Cortina Editore). Recalcati rifletterà sull’interesse, l’attrazione, il desiderio, l’amore e poi, finalmente, sull’unione perfetta di due innamorati, due persone che si congiungono attraverso i loro corpi nell’estasi di un rapporto sessuale. Ma è proprio così? Possiamo raggiungere l’intimità dei nostri partner? Quello sessuale è davvero rapporto con l’altro?
Alle 21.00 al Teatro Puntozero Istituto Penale Beccaria, LaFil Filarmonica di Milano presenta La prima volta di chi ha cambiato il “Dopo”: per la terza volta consecutiva, LaFil partecipa alla rassegna BookCity Milano, con un programma che ha come focus il tema proposto quest’anno dalla manifestazione, Dopo. Verranno eseguiti brani scritti da compositori che hanno cambiato o contribuito a trasformare il Dopo della Musica, selezionandone i loro primi lavori, tre composizioni che precedono un cambiamento.
Per la prima volta nella storia della manifestazione, l’accesso a tutti gli eventi di BookCity Milano è consentito soltanto su prenotazione, gratuita ma obbligatoria, al fine di regolare il numero di accessi, secondo le vigenti normative sanitarie. Le prenotazioni, gratuite, sono effettuabili sul sito della manifestazione: www.bookcitymilano.it. Verrà inoltre richiesto il Green Pass all’ingresso e sarà obbligatorio indossare la mascherina per tutta la durata degli eventi.

 

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.