Meazza, comitato trasversale contro la demolizione

23
Stadio San Siro Dimitris Vetsikas da Pixabay

“E’ giusto e corretto che nella sede più rappresentativa di tutti i cittadini, in Consiglio Comunale, si esibiscano documenti tecnici amministrativi, studi di fattibilità, e il Sindaco e la Giunta motivino, oggi, non due anni fa, la necessità della demolizione dello Stadio Meazza. Su questa esigenza di chiarezza vorremo che si pronunci il Consiglio Comunale e per questo chiediamo incontri ai singoli gruppi consiliari”. Lo chiede il neo costituito comitato ‘Si Meazza’ che ha lanciato un appello trasversale sottoscritto in poche ore da un centinaio di esponenti della società civile e del mondo politico. Si va dal promoter di concerti Claudio Trotta all’ex direttore generale Atm Bruno Rota, dall’economista ed ex commissario Consob Salvatore Bragantini al manager Sergio Scalpelli, dall’architetto Luca Beltrami Gadola all’ex prefetto e candidato sindaco per il centrosinistra Bruno Ferrante. Sottoscrivono l’appello Enrico Fedrighini, consigliere comunale a Palazzo Marino per la Lista Sala ed ex consiglieri comunali come Milly Moratti, Enrico Marcora, Simone Sollazzo. Presenti poi un ampio gruppo di socialisti con Giorgio Goggi, Roberto Biscardini, Ugo Finetti, Stefano Pillitteri, Gianstefano Milani e l’ex senatore e avvocato Carlo Felice Besostri. Ci sono poi i liberali, rappresentati da Giammarco Brenelli e i repubblicani con Ugo Savoia e Franco De Angeli. “Sarebbe cosa buona e giusta che il Sindaco relazioni, adesso, sullo stato della trattativa con il fondo americano e la società cinese (proprietari di Milan e Inter, promotori di un nuovo stadio e dell’iniziativa immobiliare nell’area di San Siro, ndr), visto che di questo non si è mai parlato in campagna elettorale, finita un mese fa. Il Meazza va bene per inaugurare le Olimpiadi, ma non per continuare nella sua gloriosa storia? E in base a quali studi, a quali perizie tecniche?”. Si aggiunge ai firmatari dell’appello Si Meazza anche Bobo Craxi che dichiara: “Il Sindaco Sala sta per compiere lo scempio di eliminare un monumento moderno dedicato allo Sport più popolare del mondo. Nessuno stadio celebre in Europa é stato distrutto ma riqualificato ed ammodernato. Come è accaduto a quello di Londra (Wembley) o quello di Barcellona (Camp Nou), veri e propri templi del Calcio”. MiaNews

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.