Elisoccorso h24, soddisfazione in provincia di Sondrio

L'assessore Moratti: "Il potenziamento del servizio va incontro al territorio e agli operatori turistici". Sindaci e Comunità Montana: "Soccorsi tempestivi fondamentali nelle zone di montagna".

47

L’attivazione del servizio di elisoccorso h24 in provincia di Sondrio è stato accolta con molta soddisfazione in Valtellina e Valchiavenna, territori dove spesso è difficile raggiungere i tanti paesi sparsi tra i monti. L’elicottero Agusta giunto ieri alla base di Caiolo, alle porte di Sondrio, grazie all’assessore regionale al Welfare Letizia Moratti, è pronto in caso di necessità 7 giorni su 7. Il sindaco di Chiavenna, Luca Della Bitta e il presidente della Comunità Montana, Davide Trussoni, hanno sottolineato come il servizio di soccorso sanitario potenziato era un’esigenza attesa dalla popolazione ma servirà anche per i tanti turisti che, soprattutto nelle stagioni invernali e estive raggiungono la zona. Il fattore tempo, ovviamente, è fondamentale in caso di emergenze sanitarie e l’elisoccorso risponde proprio a questa esigenza. “Dopo la visita dell’11 giugno – spiega l’assessore al Welfare – con l’annuncio dello stanziamento di 120 milioni di euro per gli ospedali valtellinesi e il ritorno delle alte specialità chirurgiche nell’ospedale Morelli di Sondalo, quella odierna è la prova che Regione Lombardia è attenta, concretamente e operativamente, alle segnalazioni e agli appelli di chi vive da vicino i problemi del territorio”. “Quella dell’elisoccorso – aggiunge la vicepresidente di Regione Lombardia – è anche la manifestazione della sensibilità verso le necessità economiche degli operatori della provincia di Sondrio, così legati al turismo e a tutto quanto ruota attorno al comparto sciistico. Contare su un simile servizio rappresenta anche un valore aggiunto che può contribuire alla ripartenza concreta del settore”.

Commenti FB