Commercianti contro ‘no green pass’: giù serrande e incassi

I cortei contro il certificato vaccinale paralizzano il centro di Milano per il 14 esimo sabato consecutivo e gli esercenti dicono basta: "Così ostacolano la difficile ripresa".

28

Dopo il corteo No Green pass di ieri, il 14 esimo che ha sfilato per il centro di Milano fino a piazzale Loreto, mandando in tilt la città, alzano la voce i commercianti.  I cittadini e le attività commerciali subiscono gli effetti di queste reiterate manifestazioni: difficoltà di accesso nei negozi e nei locali, problemi di traffico e sicurezza”. Lo afferma Marco Barbieri, segretario generale di Confcommercio Milano. “Purtroppo dobbiamo ripetere sempre gli stessi discorsi – spiega Barbieri – stiamo ripartendo con iniziative ed eventi: pensiamo solo a questo weekend in Fiera con il food. Ed ora che Milano vede un po’ di prospettiva con una maggiore sicurezza sanitaria si torna a colpire una giornata, quella del sabato, che rappresenta oltre il 20% del fatturato per commercio e pubblici esercizi. La legittima libertà di esprimere il proprio dissenso non può limitare la libertà della grande maggioranza di muoversi ed operare in tranquillità. Basta ostacolare la faticosa ripresa delle attività economiche. Il nostro appello – conclude Barbieri – è quello, innanzitutto, di avere a cuore il bene di questa città”.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.