Scala, primo spettacolo senza distanziamento

Il pubblico si è seduto in tutti i posti disponibili per la prima volta da quando è iniziata la pandemia per assistere al Barbiere di Siviglia diretto da Riccardo Chailly.

18

Alla Scala di Milano ieri sera si è tenuto il primo spettacolo col pubblico al 100%, senza distanziamento, come prevedono le nuove normative anti Covid. “Bentornati alla Scala” è il messaggio con cui l’altoparlante ha salutato il pubblico del teatro,  seduto per la prima volta in tutti i posti disponibili da quando è iniziata la pandemia per assistere al Barbiere di Siviglia diretto da Riccardo Chailly. “Sono molto felice – ha spiegato il sovrintendente Dominique Meyer -. La Scala ha di nuovo la possibilità di incontrare tutto il suo pubblico. In queste serate avevamo il tutto esaurito”. Poi con il passaggio della capienza dal 50% al 100% ha permesso l’ingresso a più spettatori. Il teatro da sabato ha venduto 2.527 biglietti, di questi 1.250 per gli spettacoli della settimana e 300 per il Barbiere di Siviglia di questa sera. “Ci siamo mossi sempre con grande rigore e nel rispetto delle regole ma tutti i grandi teatri europei erano arrivati a questa soluzione. E poi – ha aggiunto Meyer – sono felice in particolare per gli artisti. L’applauso della sala piena per loro è una motivazione in più -. Resta solo una cosa da fare, siamo fiduciosi – ha concluso – che verrà sciolto il nodo che riguarda il distanziamento sul palcoscenico”.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.