Consiglio di Stato: “Green pass legittimo, non viola la privacy”

Confermata la sentenza del Tar del Lazio che aveva già respinto il ricorso di quattro lavoratori.

41

Il Green pass obbligatorio per lavoratori e sanitari è “legittimo” e non viola la privacy sui dati. Così il Consiglio di Stato ha ribadito la validità e l’efficacia delle disposizioni attuative del sistema incentrato sulla certificazione verde Covid-19 (Green pass). Il Consiglio, confermando la decisione del Tar Lazio  ha respinto il ricorso di 4 cittadini non vaccinati secondo i quali il meccanismo di contenimento dell’epidemia delineato dal legislatore nazionale comporterebbe un pregiudizio della riservatezza sanitaria, in contrasto con la disciplina europea sulla protezione dei dati sanitari.

Commenti FB
Elezioni Regionali 12 e 13 Febbraio