Prenderà avvio domani, venerdì 17 settembre, la somministrazione dei test salivari nelle scuole lombarde per monitorare la circolazione del Covid. In accordo con tutte le Ats, Regione Lombardia ha individuato per la prima giornata almeno un istituto e una classe per Provincia in cui avviare il monitoraggio campionario. Coinvolti in questa fase iniziale circa 1.600 alunni che sono stati invitati ad aderire, sottoponendosi al tampone salivare. Sulla base della precedente esperienza è attesa un’adesione stimata intorno al 60%. Verranno effettuati test molecolari su campione salivare prelevato a scuola da operatori di Ats. In una fase successiva verrà altresì avviata la possibilità dell’autoprelievo nel contesto familiare per la successiva consegna nei punti raccolta scolastici e quindi conferiti nei laboratori analisi. L’adesione degli studenti avverrà su base volontaria attraverso la sottoscrizione del consenso informato dei genitori e non comporterà vincoli per l’accesso a scuola.  L’iniziativa di monitoraggio che parte domani concretizza il continuo e proficuo confronto tra il Welfare di Regione Lombardia, Ats e laboratori con il mondo della scuola.  Successivamente alla fase di avvio, si andrà ad incrementare il numero dei test come previsto dalle indicazioni nazionali.

“Questa attività nelle scuole – rimarca la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti – rappresenta una concreta misura per rilevare eventuali incrementi della circolazione del virus tra i bambini e gli adolescenti ed è volta a ridurre il rischio di provvedimenti restrittivi come la didattica a distanza che tanto hanno pesato su giovani e famiglie nei mesi passati”. “Accanto alla vaccinazione – conclude la vicepresidente -, che resta l’arma più efficace di contrasto al virus, ricordo anche che i ragazzi tra i 6 e gli 11 anni hanno la possibilità di effettuare gratuitamente, ogni 15 giorni, un tampone antigenico rapido in farmacia, prenotandolo attraverso il portale prenotasalute.regione.lombardia.it“.

Commenti FB
Articolo precedenteVoghera (Pv) la chat di Giunta della vergogna: “Finché non si comincerà a sparare, sarà sempre peggio”
Articolo successivoNubifragio a Malpensa, aeroporto chiuso per due ore
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati